"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


02/10/2007 Concerto al buio di Danilo Rea a Trieste

Associazione culturale Anno uno
presenta
In occasione della VI edizione del
Festival internazionale del cinema e delle arti
I mille occhi

un'idea, un esperimento, una provocazione...
un musicista.
un pianoforte.
una sala cinematografica.
gli spettatori.
le luci si spengono.
il film sta per iniziare.
comincia la colonna sonora.
lo schermo è scuro.
buio in sala.
la musica ci trasporta.
un pianoforte.
un pianista.
gli occhi chiusi (spalancati),
sentono il film.
vedono la musica.
lo schermo è buio...
il film continua.
sensazione nuova,
emozioni strabordano.
amore, passioni...
la musica svanisce.
le luci si accendono.
lentamente.
ognuno rimane col proprio film.
era un film?
un'illusione?
un bel viaggio.


autore, illusionista danilo rea.
un evento unico, irripetibile.

trieste, teatro miela 27 settembre 2007, ore 20.30




Ricercatissimo in ambito pop e jazz, Danilo Rea è considerato uno dei migliori pianisti italiani, Danilo Rea ha iniziato a suonare all'età di sei anni. Diplomatosi al conservatorio di Santa Cecilia a Roma, non ha mai abbandonato la sua passione. Da più di dieci anni è il pianista di fiducia di Mina, ha collaborato con Claudio Baglioni, Adriano Celentano e di recente con Gino Paoli insieme ai più grandi musicisti jazz della scena italiana.
Ha lavorato anche con numerosi personaggi di spicco del panorama musicale jazz internazionale come Chet Baker, Lee Konitz, Bob Berg, Michael Brecker, Tony Oxley, Dave Liebman, Kenny Wheeler, John Scofield, Joe Lovano, Toots Thielemans, esibendosi in diversi concerti nei maggiori festival jazz italiani e internazionali.
Danilo Rea, la cui vera passione è sempre stata la libera improvvisazione, sembra aver realizzato il proprio desiderio con il suo primo album in solo Lost in Europe, pubblicato da Via Veneto Jazz nell'ottobre del 2000. Il disco, registrato interamente dal vivo, è nato durante un tour di nove concerti nei principali Festival d'Europa. Con questo album mette in luce la sua grandezza, intrecciando in totale e ispirata libertà le emozioni delle melodie note e meno note della musica leggera con il supporto della sua virtuosistica tecnica strumentale, che in questo album emerge con forza instaurando un'intima comunicazione con l'ascoltatore, senza mai compiacersi di se stessa.
Il Concerto al buio è organizzato dall'associazione Anno uno, in collaborazione con Casa della musica e Fazioli Pianoforti e con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo del Carso - Zadru?na Kra?ka Banka
In occasione della VI edizione del
Festival internazionale del cinema e delle arti
I mille occhi


Teatro Miela, 27 settembre 2007, ore 20.30
entrata 12 euro