"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


03/04/2012 Conversazione sulla musica elettronica. Biblioteca Pordenone

COMUNE DI PORDENONE
BIBLIOTECA CIVICA

Con-fine elettroacustico
Conversazione sulla musica elettronica

A cura di Roberto Girolin

Sala “Teresina Degan”- Biblioteca Civica – piazza XX Settembre
ore 18.00

mercoledì 4 aprile, parte prima
mercoledì 11 aprile, parte seconda


Gli incontri vogliono essere occasione di dialogo e diffusione culturale della musica del nostro tempo che, oltre agli strumenti convenzionali, utilizza le risorse della tecnologia per promuovere la conoscenza del suono e ciò che esso scaturisce. Attraverso la tecnologia si è in grado di registrare qualsiasi evento sonoro che si presta ad essere trasformato e utilizzato all’interno della forma musicale. Considerare, svelare e osservare il potere energetico interno della materia sonora, spesso delineata dai confini eccentrici tra suono e rumore, diviene punto di partenza della creazione, la quale è regolata da quel rapporto di “tensione” e “distensione” all’origine di ogni realizzazione dotata di vita. Questi i temi che verranno trattati nel corso degli incontri: la creatività come energia comunicativa primaria; considerazioni generali sul suono e sul rumore (acustico e ambientale); la trasformazione del suono; “audizioni” della forma elettroacustica.

Roberto Girolin (1975)
Dopo l’avvio allo studio della chitarra classica (raggiunge il V corso) intraprende quello del pianoforte e della composizione, materia questa ultima che lo porterà ad iscriversi regolarmente presso il Conservatorio statale J.Tomadini in Udine, sotto la guida di D. Zanettovich. Studia il contrappunto strumentale e quello vocale, diplomandosi in Musica Corale e Direzione di Coro presso la medesima sede udinese.
Approfondisce lo studio della Storia della Musica presso l'Università di Udine (A.Orcalli) e presso l'archivio B.Maderna di Bologna (N.Verzina).
Consegue il Diploma di Musica Elettronica ed Informatica Musicale presso l'Accademia Musicale di Pescara con il massimo dei voti e nel 2006 si diploma in Musica Elettronica con massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio B.Marcello di Venezia con A.Vidolin.
Ha collaborato e diretto numerose formazioni corali e strumentali, affrontando repertori dall'antico al contemporaneo (con o senza l’ausilio dell’elettronica). Ha seguito Masterclasses e seminari di direzione corale e orchestrale, musica da camera, composizione e musica elettronica. Le sue composizioni sono state selezionate in vari concorsi nazionali ed internazionali Svolge attività didattica e concertistica e dal 2001 è ideatore e direttore artistico di Elettro_Shock, percorso concertistico che approfondisce e diffonde la letteratura della musica elettronica proponendo nomi noti nel panorama internazionale e giovani compositori italiani e stranieri.