"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust

 
4639    arte    

Umanesimo, Disumanesimo nell'arte europea 1890/1980. Dai Simbolisti al Nouveau Réalisme. 10 installazioni di artisti europei in un percorso storico di Firenze. A cura di Lara-Vinca Masini. Milano, Silvana editoriale, 1980.

Cm. 23,5 x 22; brossura; pp. 172, (4) con illustrazioni in nero e a colori. Interessante catalogo di una mostra che indaga “una linea traversa dell'arte moderna”, privilegiando l'aspetto inconscio, irrazionale, negativo, degenerativo dell'umanesimo nella città di Firenze, rinascimentale per eccellenza. Curiose installazioni nel tessuto cittadino di Pier Paolo Calzolari, Sandro Chia, Giuseppe Chiari, Luciano Fabro, Hau-Rucker-Co, Hans Hollein, Rebecca Horn, Fabio Mauri, Hermann Nitsch, Wolf Vostell. La parte testuale del catalogo è costruita con brani tratti da opere di T. W. Adorno, M. Horkeheimer, E. Bloch, J.P. Sartre, L. Goldmann, H. Marcuse, M. Foucault, G. Deleuze, M. Cacciari, S. Freud, G. Bataille, J. Baudrillard, M. Heidegger, A. Artaud, M. Blanchot, J. Lacan, B.H. Levy, G. Scalia. In apertura, lo splendido brano Il Fato e la Fortuna, di Leon Battista Alberti (1442).
50,00 €