"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


22/03/2013 Dialogo con Adolfo Pérez Esquivél-Nobel per la Pace, 20 marzo

NON SOLO PAROLE-Cambiare il mondo dal basso!
Dialogo con Adolfo Pérez Esquivél-Nobel per la Pace
CENTRO BALDUCCI - MERCOLEDI' 20 MARZO, ORE 20.30




Nel 1974, decide di lasciare l'insegnamento, per dedicarsi in teramente all'assistenza ai poveri e alla lotta contro le ingiustizie sociali e politiche. Dopo il colpo di Stato di Jorge Rafael Videla, ha contribuito alla formazione di "e;El Ejercito de Pazy Justicia"e; un'associazione di difesa dei diritti umani. Nel 1977 viene fermato dalla polizia argentina che lo tortura e lo tiene in stato di fermo per 14 mesi senza processo. Nel 1980 viene insignito del Premio Nobel perla Pace per i suoi sforzi contro la dittatura ed in favore dei diritti umani. Nel 1999 riceve anche il Premio Pacem in Terris. Nel 1995, pubblica il libro Caminando junto al Pueblo nel quale racconta la sua esperienza. Dal 2003 è presidente della Lega in ternazionale per i diritti umani e laliberazione dei popoli. È in oltre membro del Tribunale popolare permanente.