"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


15/12/2012 Falcone e Borsellino venti anni dopo. Teatro Club Udine 14 dicembre.

TEATRO CLUB UDINE
 presenta
AKRÓPOLIS.13 – PERCORSI DI TEATRO CIVILE
 
venerdì 14 dicembre  2012, ore 21 
Teatro San Giorgio  – Udine
 
BAM teatro – Cagliari
con il sostegno del Comune di Cagliari e di XXXVII Cantiere Internazionale D'arte di Montepulciano 
Festival L'Opera Galleggiante
 
'92 Falcone e Borsellino  venti anni dopo
di Claudio Fava


 
con 
Pierluigi Corallo, Antonio Fazzini, Ugo Giacomazzi, Rosario Lisma
 elementi scenici Veronica Rosafra
 regia Marcello Cotugno
 
In prima regionale, a pochi mesi dal debutto nel 2012, una moderna tragedia classica per ricostruire,
venti anni dopo, l'ultima notte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, nel carcere dell'Asinara che
avevano scelto a esilio volontario, lontano da sguardi, domande, minacce, per concludere il loro
lavoro al servizio dello Stato.  Una notte di verità necessarie tra due uomini e due amici che
condividono lo stesso desiderio di vita e l'identico presagio di morte. Una notte in cui dirsi le cose
a lungo taciute, confessarsi rabbie, solitudini, allegrie, paure. Anche la paura di morire, sapendo
che fuori da quell'isola li aspetta una guerra che non hanno cercato ma che ormai li reclama.  A
innescare sulla scena il contraddittorio delle confidenze, altri due personaggi: un collega magistrato
e un mafioso comune. Il primo è il nemico che si cela dentro casa, è la zona grigia, è il terreno della
contraddizione, dove crolla ogni rassicurante steccato tra il bene e il male. Il secondo è un mafioso,
uno che abbassa la testa ed esegue gli ordini, ma che si è rifiutato di eseguirne uno: uccidere Paolo
Borsellino. La scena si dilata, precipita verso altri tempi, incontra una ad una le cose che sono
poi accadute.  Ma stavolta senza più accontentarsi di facili verità. 
"e;In fondo –scrive l'autore Claudio Fava - non sono più Falcone né Borsellino l'architrave di questo
racconto teatrale. Anche loro sono un pretesto per misurarci con il vero oggetto del conflitto: che
è la verità. O meglio, le molte idee di verità. Da una parte la verità nuda, assoluta, senza aggettivi;
dall'altra una verità ufficiale, parziale, obbediente … Quale delle due prevarrà alla fine?  E chi
recita davvero: il morto che fa l'eroe, l'antimafioso che ne piange la memoria  o  l'uomo  di 
potere  che  rivendica  il  diritto  a  mentire?  Chi  di  loro  finge  davvero?"e;  Questo, ovviamente, lo
deciderà lo spettatore. 
 
Biglietteria Teatro Palamostre : 0432.506925  (mar – sab 17,30 – 19,30)
biglietti in vendita anche on line sul circuito Vivaticket. 
Info Teatro Club Udine 0432.507953 – www.teatroclubudine.it  
mail to : info@teatroclubudine.it