"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


14/04/2008 IL LIBRO D'ARTISTA Mostra a Catanzaro

ALTERITÀ. IL LIBRO D’ARTISTA TRA STORIA, NUOVI LINGUAGGI E MATERIALI ANOMALI


Mercoledì 5 marzo p.v. alle ore 18,00 terzo appuntamento con la rassegna di arte contemporanea “In-Out tre”, ciclo di mostre, eventi, incontri, promossi ed organizzati, per la stagione artistica 2007/08, dal Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” di Catanzaro.

ALTERITÀ. IL LIBRO D’ARTISTA TRA STORIA, NUOVI LINGUAGGI E MATERIALI ANOMALI è il titolo e il tema della significativa rassegna che presenta ventotto artisti, (Nobushige Akiyama, Giovanni Albanese, Caterina Arcuri, Ivan Barlafante, Franca Bernardi, Antonella Capponi, Luciano Caruso, Giulio De Mitri, Lia Drei, Isabelle Fordin, Paolo Gobbi, Emilio Leoffredi-Marina Mesnic, Giuliano Mammoli, Luigi Manciocco, Fabio Mauri, Eugenio Miccini, Bruno Munari, Antonio Noia, Franco Nuti, Mario Parentela, Gloria Pastore, Luca Maria Patella, Guido Pecci, Antoni Picardi, Lamberto Pignotti, Teresa Pollidori, Antonio Pugliese, Fernando Rea) differenti per formazione, generazione e linguaggi visivi, ma accomunati dalla stessa pratica del fare il libro creativo.
La rassegna, curata dal critico Loredana Rea, professore ordinario di Storia dell’arte nell’Accademia di Belle Arti di Sassari, è realizzata in la collaborazione con l’Archivio Storico del Libro d’Artista di Cassino e patrocinata dagli Assessorati alla Cultura del Comune e della Provincia di Catanzaro. Il critico, nel testo di presentazione alla rassegna, scrive che il libro d’artista “è opera d'arte che riflette e discute il proprio statuto estetico, instaurando con il fruitore un rapporto attivo: “Il libro - riprendendo le affermazioni critiche di Daniela Palazzoli e Renato Barilli, per il testo introduttivo alla mostra di libri d’artista, curata nell’ambito della XXXVI Biennale di Venezia del ’72 - non è la spiegazione o la documentazione di un’opera d’arte esistente o esistita altrove. Il libro è l’opera. Un’opera che racconta la propria creazione ed esibisce il modo in cui è stata scritta, disegnata, fotografata, stampata, confrontata e pensata”.
Dalla seconda metà degli anni ’70 la pratica del libro d’artista diventa esperienza fondante nel percorso di ricerca legato alla contemporaneità, tanto che sempre più spesso le pagine di un libro sono intese dagli artisti come possibilità di sempre nuove sperimentazioni, anche se poi strettamente connesse alle soluzioni linguistiche legate alle singole problematiche progettuali e alle conseguenti scelte operative. Il libro conquista un definito e autonomo valore nella realtà dell’arte e può parlare da sé e di sé, descrivere la propria creazione e mostrare il modo in cui è stato concepito: scrivendo, disegnando, dipingendo, incidendo, plasmando, fotografando, stampando, assemblando materiali talvolta anomali e spesso eterogenei. Le parole e le immagini intese come segni di uno stesso sistema linguistico si integrano totalmente e, anzi, sempre più spesso il testo letterario si dissolve per dare parola alla materia o per diventare materia. Accanto alla carta, e talvolta in sostituzione di essa, compaiono altri materiali: pietra, metallo, terracotta, vetro, tessuto, plastica e, in questi ultimi anni, supporti multimediali, a sottolineare che, sulle pagine di un libro i segni degli artisti – parole, linee, immagini – e le cose del mondo si equivalgono.”
La rassegna, allestita negli spazi del Centro per l’Arte Contemporanea Open Space, (via Romagna, 55 – S. Maria di Catanzaro), verrà presentata dalla curatrice della rassegna.
Per l’occasione è stata edita una pubblicazione per le Edizioni Open Space, contenente testo critico del curatore, apparato iconografico e nota biografica degli artisti invitati.
La rassegna resterà aperta sino al 14 aprile 2008. (gg. e orari di galleria: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 17.00 alle 20.00).
Info: Tel. 0961/61839, e-mail: openspace.artecont@tele2.it