"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


08/01/2010 La gabbia 3. TEATRO CLUB UDINE - Akrópolis 10, percorsi di teatro civile

Uno spettacolo che affronta un tema di drammatica urgenza, al centro del dibattito contemporaneo: l’eutanasia.
I lancinanti risvolti umani implicati nella scelta di dover dare la morte a una persona amata.
Una scena di forte impatto, attenta anche alle sfaccettature giudiziarie di una decisione difficile.

TEATRO CLUB UDINE - Akrópolis 10, percorsi di teatro civile
STAGIONE TEATRALE 2009_2010 per ScenAperta

in collaborazione con
Comune di Udine – Assessorato alla Cultura
Ente Regionale Teatrale Friuli Venezia Giulia
Erdisu - Udine

con il sostegno
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone

presenta

GIOVEDI 17 DICEMBRE 2009 – ORE 21
Teatro Palamostre – Udine


progetto drammaturgico Trittico delle Gabbie

la gabbia 3
Versione dei fatti


scritto e diretto da
Stefano Massini

con
Barbara Valmorin
Luisa Cattaneo

e con
Maria Bazzani

una produzione Il Teatro delle Donne/ Centro di Drammaturgia

E’ la terza parte della “Trilogia del Parlatorio”, firmata nel testo e nella regia da Stefano Massini, talento appena trentenne della nuova drammaturgia italiana. Il filo conduttore è dato dal confronto tra due personaggi chiusi in uno stesso spazio angusto: appunto, il parlatorio di un carcere, in cui un detenuto riceve un visitatore e che in scena è una gabbia reale, recintata da sbarre. Come un luogo di reclusione per involucri di storie e insospettabili relazioni umane, per piccole vicende di singoli individui che si elevano a grandi paradigmi di più complessi fenomeni sociali.
Così avviene anche in quest’ultimo tassello del trittico. All’interno della scatola obbligata, una vecchia, sola, buttata in un angolo, chiusa in un suo mistero, sta per dare una sua versione dei fatti a una avvocatessa, giovane, avvenente, fredda, impeccabile, il suo esatto contrario. Come per un giallo psicologico, si saprà solo alla fine la ragione di quel duetto-duello, fatto di silenzi, piccoli movimenti, sguardi, resistenze, reticenze, interrogatori, labirinti verbali. Fino alla chiusa lancinante, dunque, quando la carcerata si rivelerà solo una madre esasperata che ha aggredito i macchinari perfetti che tenevano in vita il figlio ormai ridotto a vegetale. Colpa di eutanasia, la sua, che questa pièce-bunker affronta senza didascalismi e indulgenze patetiche e sfuma in problema aperto e in interrogativo esistenziale. La risposta, se c’è, è lasciata alla coscienza del pubblico, che, sistemato a distanza ravvicinata dalla gabbia, spia la scena. Ad accompagnarlo due stupende interpreti, Luisa Cattaneo e una straordinaria Barbara Valmorin-Madre Coraggio.



Info: I biglietti dei singoli spettacoli, oltre che in prevendita dal 12 settembre 2009 presso la biglietteria del Teatro Palamostre (p.zzale Diacono 21, Udine, mail: info@scenapertaudine.com tel. 0432. 506925 dal martedì al sabato dalle ore 17,30 alle ore 19,30).,saranno in vendita, sempre presso il Teatro Palamostre, a partire dalle ore 20.00 nei giorni di spettacolo.
INTERO € 15,00 RIDOTTO € 12,00 STUDENTI € 9,00