"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust

JOUFFROY, Alain. La questione
5810    arte    

JOUFFROY, Alain. La questione S. Versione e semantografia di Anna Oberto che ha integrato il testo con verbalizzazioni grafiche di Emilio Scanavino. Genova, edizioni AE, 1963.

Cm. 20 x 14,5; brossura, sopraccoperta in acetato trasparente; pagine iii e 20 con elaborazioni grafiche in bianco nero ed un segno rosso. Prima edizione italiana, tratta dall'edizione originale in francese La question S, stampata a Bruxelles nel 1961. E' un curioso libro sull'arte di Scanavino, dove il saggio critico di Jouffrey è condotto con la libertà di una composizione di poesia visiva, con grafica semantica ed uso di un linguaggio sperimentale e scomposto. “...queste spéculations S. inaugurano un (non comune) metodo critico-filosofico e di eccitante interesse, un modo di fare della critica d'arte l'equivalente letterario dell'opera (pittorica) oggetto; pensiamo di poter indicare nel vostro saggio un modello critico nuovo e anticipazioni di filosofia poetica... “ (pagina i)
100,00 €