"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


28/08/2012 Letture in corte agosto 2012 a Udine.

 Letture in corte 2012

un progetto di Angela Felice e Paolo Patui
Paolo Patui legge / Angela Felice contrappunta
organizzazione Teatro Club Udine
 
Corte di Palazzo Morpurgo
(in caso di maltempo, nell'androne)
 
lunedì 13 / 20 / 27 agosto 2012
dalle ore 21.00
INGRESSO AL PUBBLICO LIBERO E GRATUITO

 
 Ritornano attese e auspicate, a partire da lunedì 13 agosto, le letture estive curate dall'ormai collaudata coppia Angela Felice e Paolo Patui, ospitate all'interno di Udine Estate 2009, sempre nella cornice della suggestiva Corte Morpurgo, e organizzate dal Teatro Club Udine in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Udine.
Nei tre appuntamenti in programma, come da formula ormai rodata, a leggere con non comune intensità pagine, episodi, frammenti dei libri al centro di ogni puntata  sarà Paolo Patui, da sempre convinto sostenitore  che nell'enorme bagaglio di pagine scritte,  pensate e lette dall'umanità vi sono idee e pensieri, emozioni e riflessioni che stanno alla base del nostro quotidiano agire, pensare, vivere. Accanto a lui, Angela Felice accompagna il pubblico alla scoperta dei piccoli - grandi segreti nascosti fra i personaggi e le vicende di un libro: una sorta di guida attenta e profonda, eppure leggera e delicata, che "e;contrappunta le letture"e; con osservazioni sagaci, illuminazioni inaspettate e sottili.
La semplice struttura che dà vita alle serate sarà, come sempre, ravvivata dalla presenza di un ospite, che in ogni appuntamento diviene una sorta di testimonial della lettura: un personaggio insomma disposto a intervenire in un suo  cammeo con estrema naturalezza, dimostrando che la lettura è il modo personale e in possesso di tutti per impadronirsi delle storie e dei personaggi. Sarà il giornalista Rai  Mario Rizzarelli a illustrare lo speciale Tv da lui firmato "e;Pasolini e il Friuli"e;, che sarà proiettato nel primo appuntamento  del 13 agosto; a seguire, lunedì 20 agosto, il critico Mario Turello  infine, lunedì 27 agosto, i musicisti della Pordenone Big Band, capeggiati da Juri Dal Dan.
Anche con quest'ultimo apporto musicale,  Letture in corte diventano così un contenitore pieno di sorprese, un format capace di regalare al pubblico intensità e dolcezza, fantasia e riflessione: tutti elementi capaci di ridare dignità e forza espressiva a quell'atto della lettura che i tempi moderni vorrebbero banalizzare e relegare ai margini delle abitudini umane.
 
lunedì 13 agosto – ore 21.00
Amado mio
di Pier Paolo Pasolini
con la partecipazione di Mario Rizzarelli

 
Un romanzo compiuto, oggettivato in terza persona, in cui si racconta di una vacanza, di un amore consumato in pochi giorni tra balli, paesaggi friulani incantati e spiagge non ancora contaminate dal turismo di massa. Un amore che si conclude con la promessa di rivedersi l'anno dopo, sulle medesime spiagge, per amarsi ancora una volta. Pasolini racconta se stesso e la propria difficoltà ad accettarsi e a  farsi accettare per la sua omosessualità, che poi lo portò più volte, lungo il corso della sua vita, in tribunale. Per queste ragioni, insieme con il doppio Atti impuri, il romanzo rimase chiuso per trent'anni in una cartellina, gelosamente conservato dalla madre, ma pronto ad essere stampato in seguito, quando  si fosse smesso di giudicare Pasolini per la sua identità sessuale, ma lo si fosse valorizzato solo per la sua straordinaria produzione poetica, narrativa e cinematografica.
 
lunedì 20 agosto – ore 21.00
La Stazione di Varmo
di Sergio Maldini
con la partecipazione di Mario Turello

 
La stazione di Varmo, scritta in poco più di cinque mesi e pubblicata nel 1994, vede protagonisti Giacomo Driussi, l'io narrante (un po' Maldini, un po' Bartolini), impegnato nella sua casa di campagna a stendere le ultime pagine del romanzo Il longobardo, che dovrebbe assicurargli una tardiva ma imperitura gloria letteraria, e Stefano Gregotti, un camiciaio di Venezia, nella realtà il vicino di casa Salvatore Errante Parrino, che a Maldini dedicherà, nel 2007, la pièce teatrale Divertimento letterario in due tempi, rappresentata nella barchessa della "e;casa a nord-est"e;. All'iniziale diffidenza di Driussi per quel nuovo vicino venuto a turbare la quiete del suo eremo friulano subentrerà prima una forte simpatia umana e poi, di fronte alla malattia, una sincera amicizia, la cui storia è immersa in una Varmo trasfigurata,  fino a diventare luogo dell'anima e "e;stazione"e; di arrivo per chi ha ormai pareggiato i conti con la vita.
 
 lunedì 27 agosto – ore 21.00
1933. Un anno terribile
di John Fante
con la partecipazione della Pordenone Big Band
arrangiamenti, composizione e direzione di Juri Dal Dan

 
La vita di un ragazzo dal magico braccio da baseball, sullo sfondo di una povertà incombente.  Una realtà di miseria a cui opporre i sogni. E di che cosa, se non di sogni,  si possono nutrire un ragazzo e la sua famiglia arrivati da Torricella Peligna, Abruzzo, Italia, fin nel cuore dell'America degli anni '30?  Sono tutti sognatori, infatti, nella casa diroccata alla periferia di un'America appena uscita dal crollo di Wall Street: chi sogna il Paradiso, chi sogna di tornare in Italia, chi sogna di poter fare il muratore assieme al proprio figlio. Così vorrebbe il padre di Dominic, un ragazzo brutto e piccolo e con un braccio dal lancio potentissimo. Non è esattamente quello a cui aspira Dominic, che per sé sogna la gloria del baseball. Ma la realtà gli ha destinato altre cose, in una storia  in cui al baseball si intreccia una struggente, comica e deludente passione amorosa, fino ad un epilogo amaro e rudemente realistico.