"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


11/11/2011 Narrativa di M. Vargas Llosa alla Biblioteca Civica di Pordenone

LA NARRATIVA DI MARIO VARGAS LLOSA
Biblioteca Civica di Pordenone


Inizia martedì 18 ottobre alle ore 18.00serie di tre incontri a cura di Mara Donat sulla narrativa dello scrittore peruviano Mario Vargas Llosa, vista sotto l’aspetto politico-sociale.
Questi gli incontri previsti: martedì 18 ottobre verrà esaminato il romanzo “La città e i cani”, successivamente martedì 25 ottobre sarà la volta de “La casa verde” e martedì 8 novembre della “Conversazione nella Catedral”.
Verranno presentate queste tre opere fondamentali dell’affermazione di Vargas Llosa romanziere, come invito alla lettura e all'approfondimento di un'opera che denuncia la violenza dei sistemi di potere con estrema coerenza e grande capacità espressiva.
Un invito quindi a riflettere anche sulle realtà attuali a noi più vicine.
La relatrice Mara Donat si è specializzata in letteratura latinoamericana all'Universidad Nacional Autonoma de México, dove ha conseguito Master e Dottorato. Collabora a riviste specializzate italiane ed estere anche come traduttrice.

Mario Vargas Llosa, nato nel 1936 ad Arequipa, in Perù, ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 2010. Il suo primo romanzo, La città e i cani (1963), è considerato uno dei capolavori della letteratura sudamericana. Tra i suoi romanzi più famosi: Conversazione nella “Catedral” (1969), Pantaleón e le visitatrici (1973), La zia Julia e lo scribacchino (1977), La casa verde (1991) e il recente Il sogno del celta (2010). Autore di saggi, articoli giornalistici, opere teatrali e sceneggiature cinematografiche, Vargas Llosa ha partecipato attivamente alla vita politica del suo Paese, candidandosi alle elezioni presidenziali del 1990.