"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust

 
4578    letteratura    

PASCOLI, Giovanni. Odi e inni MDCCCXCVI - MDCCCCV. Bologna, Nicola Zanichelli, 1906.

Cm. 22,7; bross. edit.; copertina illustrata con disegni di A. De Carolis; pp. XVI, 206, (2) di bella carta vergata. Poesie a soggetto storico e civile, sono significativamente dedicate ai giovani. “Nessuno è, spero, intorno a voi e in voi che v'imponga una scelta, di suo gusto, tra le tante cose che voi sentite belle e buone. E' così per ora e, come vi auguro, per sempre, voi potete godere la poesia della vita, perché avete la libertà.....Quei tali...sogliono chiedere, non, Chi sei? ma, Che cosa sei? cioè, di quale parte? - Di nessuna: homo suns - Eppure ci sono certe fatali divisioni per le quali un uomo non può trovarsi di qua e di là, senza essere uomo, o doppio o mezzo... Per esempio, sei per la fede o per la scienza? Sei, nel gran conflitto economico, col lavoro o col capitale? - Non tengo da quelli che siffatta divisione ammettono come fatale e naturale...” dalla Prefazione, pag. IX. Edizione originale.
270,00 €