"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


26/09/2007 PORDENONELEGGE 20-23 settembre

PORDENONE – Dal 21 al 23 settembre 2007 si rinnova l’appuntamento con pordenonelegge.it, il Festival del libro giunto alla sua ottava edizione. Nel corso del tempo sia la critica più raffinata che il grande pubblico hanno seguito con passione questo evento, che riesce a coniugare la leggerezza con i discorsi seri, la provocazione con l’accademia. Lo scorso anno, distribuiti nei tre giorni del Festival (ma il giovedì c’è anche Aspettando pordenonelegge.it…), gli oltre cento incontri sono stati affollati da una pacifica invasione di lettori-spettatori che cercavano nella vasta offerta del programma quel particolare percorso di dialoghi e conferenze in grado di diventare la “loro” manifestazione. pordenonelegge.it è un modo gioioso e non paludato di vivere i libri: unisce le persone sulla base dell’amore più bello che esiste, l’amore per le storie, per i racconti, per i sogni: in una parola, per la letteratura.

pordenonelegge.it è un’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio I.A.A. di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero.
I curatori della manifestazione sono Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini, Valentina Gasparet.

Numerosissimi saranno gli ospiti e tutti di grande qualità: tanti stimoli, intrecci, dialoghi e suggestioni che “costringeranno” il pubblico a costruirsi, nell’ambito del Festival, un personalissima scala di priorità, scegliendo fra un incontro di filosofia o un spettacolo teatrale, fra una star della Tv o un grande autore straniero. Perché il mondo del libro è un mare onnivoro di sensibilità diverse, che pordenonelegge.it rispetta e a cui cerca di dare voce.

Innanzitutto, anche quest’anno a pordenonelegge.it ci saranno grandi nomi della letteratura italiana e internazionale, a cominciare da un mostro sacro, Alberto Arbasino, che nel corso della sua lunga carriera ha attraversato, rinnovandone la forma con acume, gusto della provocazione e intelligenza, i diversi linguaggi della letteratura: dal romanzo al reportage e alla saggistica. Altro importante ospite, interprete di una letteratura spregiudicata e sincera, spesso discussa anche da chi non lo ha letto per la forza delle sue apparizioni televisive, è Aldo Busi, che a pordenonelegge.it terrà una lezione magistrale sull’amore per il romanzo. Come sempre, ci saranno anche voci femminili di straordinario rilievo: da Susanna Tamaro, voce confidente e severa che racconterà il suo lavoro di scrittrice; a Clara Sereni, narratrice di vicende intime con uno sguardo sempre desto all’impegno civile; a Nadia Fusini, raffinata affabulatrice che, sia nei saggi che nelle opere narrative, riesce nel difficile compito di risvegliare i sedimenti emotivi di grandi e piccole storie passate. Voce femminile ricreata da un uomo è invece quella dell’ultimo romanzo di Pino Roveredo, che racconta di una madre alle prese con i problemi di droga del figlio. Pietro Spirito e Roberto Alajmo discuteranno di come la cronaca può entrare in un romanzo. Enrico Brizzi e Tullio Avoledo parleranno, in due attesissimi incontri, dei loro ultimi romanzi; Marco Franzoso, Romolo Bugaro e Philippe Forrest dialogheranno di letteratura emozionale; Anna Maria Mori e Marina Cattaruzza rievocheranno una terra bellissima e vicina: l’Istria. Mauro Corona, autore amatissimo dal pubblico, presenterà, come ormai d’abitudine, il suo ultimo libro, fresco di stampa.

Di straordinaria rilevanza è anche la presenza di autori stranieri, a cominciare dal grande scrittore anglo-indiano Amitav Ghosh, autore simbolo dell’incontro-scontro di culture diverse, che racconterà della sua scrittura, sempre attenta alla realtà, e in grado di attuare una cosciente presa di posizione e di incidere su quanto accade nel mondo che ci circonda. Altro scrittore che ha inciso profondamente nella storia del romanzo è il francese Michel Butor, esponente di rilievo del nouveau roman. Nomi di assoluto prestigio sono anche Viktor Erofeev, che con la spietata forza dei suoi romanzi e dei suoi saggi ha cambiato il modo di vedere la Russia e la letteratura russa, e Uwe Timm, uno dei più rappresentativi scrittori tedeschi. Altri importanti ospiti sono Ilija Trojanow, scrittore bulgaro di nascita ma cosmopolita per vocazione, che ha scritto un romanzo che ha come protagonista Richard Francis Burton, il primo traduttore delle “Mille e una notte”, e la scrittrice polacca Olga Tokarczuk, autrice di racconti tra il realistico e il fantastico.

Pordenonelegge.it quest’anno sceglie di aprirsi ancora di più al mondo e alle letterature planetarie, per osservare, attraverso il filtro delle storie, i cambiamenti e le differenze che innervano il pianeta. Ma il nostro festival viene a sua volta scelto da importanti autori internazionali che eleggono pordenonelegge.it come il momento in cui presentare il loro ultimi romanzi, spesso appena usciti, in Italia. A testimoniare di come Pordenone stia nel tempo acquistando sempre maggiori consensi anche al di fuori del nostro paese. Uno spicchio della realtà planetaria verrà quest’anno offerto dal texano Joe Lansdale, autore di noir post-moderni di grande successo; dal poeta e narratore nigeriano Chris Abani, perseguitato politicamente nel suo paese e rifugiato negli Stati Uniti; da Alan Pauls, considerato il più innovativo e originale scrittore argentino e dall’inglese Diane Setterfield che con il romanzo dai toni gotici “la tredicesima storia”, è stata prima nella classifica del New York Times. Concludiamo questa carrellata con l’americano Richard Powers, che ha scritto uno dei più bei romanzi degli ultimi anni “Il tempo di una canzone”; con lo spagnolo Isaac Rosa, che è riuscito a raccontare la pagina oscura della guerra civile del suo paese giocando la carta della migliore letteratura; e con l’inglese Victoria Hislop, autrice di uno dei best seller più acclamati nel mondo anglosassone, che presenterà in prima assoluta a pordenonelegge.it.

Come l’anno scorso, verrà riproposto Aspettando pordenonelegge.it… giovedì 21 settembre, e sarà come sempre dedicato a una delle più controverse figure della letteratura italiana, Pier Paolo Pasolini. In una succosa anticipazione della manifestazione, Gianni D’Elia e Carla Benedetti, dialogheranno intorno alla produzione “civile”, sia giornalistica che letteraria, del grande autore di Casarsa. A questo incontro seguirà un recital di Sandro Lombardi su testi di Pasolini, Contini e Testori.

Anche quest’anno a pordenonelegge.it vi sarà un grande spazio dedicato ai temi dell’attualità. Come sempre giornalisti, psicologi, storici si interrogheranno sulle emergenze del nostro tempo, sui cambiamenti della nostra realtà, per cercare di dipanare quella trama di insicurezza che spesso sembra accerchiarci. Prima di tutto si parlerà, con Gian Antonio Stella e Marino Sinibaldi, dell’insicurezza politica che deriva dagli sprechi di quella che viene ormai considerata una “casta”. Mentre il vuoto di valori di una classe dirigente sempre più prodiga di cattivi esempi, sara il tema dell’incontro con Oliviero Beha. Con Toni Capuozzo ci chiederemo cosa resta delle illusioni dei vecchi ideali politici, e con Luciano Canfora entreremo nei paradossi di una idea occidentale che sembra forte e invece si sta rivelando debole: quella di “esportare la libertà”. Edward Luce e Renata Pisu dialogheranno delle nuove economie emergenti, in particolare di India e Cina. Il problema che affronteranno invece Roberto Ferrucci e Gianfranco Bettin è di come raccontare i momenti nevralgici della vita sociale attraverso il romanzo. Marco Travaglio, come sempre, saprà provocare entrando nelle zone oscure della politica italiana. Della decrescita felice e di come si possa guadagnare in buon vivere abbassando il pil, racconterà Maurizio Pallante. Mentre Gianluca Solera, con il Vescovo di Nazareth Mons. Marcuzzo parleranno di come è oggi una regione affascinante quanto martoriata dalle guerre: La Terrasanta. Per finire, Gianna Schelotto si soffermerà sulle devastazioni affettive che colpiscono le donne che amano uomini già impegnati, e Antonio Caprarica ci darà uno sguardo divertito e dissacratorio sulla Francia e sui Francesi. L'incontro verrà realizzato con Banca Popolare FriulAdria

Altro tema di attualità è la ridefinizione dei sentimenti tra i giovani. Pensiamo all’inquietudine che si manifesta in viaggi e notti sempre più lunghe in discoteca, l’amicizia che lega i ragazzi in un mondo da cui gli adulti sono esclusi, la felicità o l’odio espressi fulmineamente con un sms; oppure pensiamo all’esempio macroscopico della speranza, che trova ogni giorno nuove forme di religiosità, tanto intime quanto ricche di invenzioni. pordenonelegge.it quest’anno ha deciso di caratterizzare l’intera giornata di venerdì 21 settembre consacrandola a questo tema. Pordenone per un giorno svestirà i panni di fredda città nordestina per trasformarsi in una città dei sentimenti, creando una vera e propria Mappa dei sentimenti. In questi luoghi gli studenti delle scuole superiori, avranno l’occasione di approfondire la forza delle nuove emozioni guidati da otto scrittori giovani, scelti tra coloro che meglio hanno saputo approfondire l’urgenza dell’attualità: Mario Desiati, Andrea Bajani, Lucrezia Lerro, Francesco Piccolo, Marco Lodoli, Bapsi Jones, Giulia Carcasi, Rosella Postorino.

Ancora una volta pordenonelegge.it si occuperà dei linguaggi contigui e comunicanti a quello della letteratura, valorizzando in particolare le relazioni fra letteratura e spettacolo. Nella splendida cornice del Teatro Verdi, Vincenzo Cerami, insieme a un musicista, leggerà brani delle Mille e una notte. Antonio Rezza e Natalino Balasso presenteranno i loro ultimi romanzi, che attraverso la comicità riescono a mostrare aspetti inconsueti della realtà italiana. Al contrario, Vitaliano Trevisan e Valeria Parrella, due autori fra i più amati dalle nuove generazioni, metteranno le loro parole a servizio del teatro. Trevisan con una serie di letture tratte da testi degli amati Beckett e Bernhard, e da pagine dei suoi libri. Valeria Parrella proporrà invece una anticipazione dell’opera sulla camorra che debutterà a Napoli nella prossima stagione. Dario Vergassola, partendo dal suo ultimo libro, darà un quadro irriverente e divertente del mondo d’oggi. Tavola rotonda di grande interesse sarà “Il mondo visto dalle donne”, indagine su come il teatro al femminile rappresenta il pensiero della diversità, con Grazia Scuccimarra, Carolina Torta, Bruna Braidotti e Chiara Tamagnini. Il grande musicologo Mario Bortolotto presenterà il suo saggio sul terzo incomodo del novecento, Richard Strauss, attraverso un’analisi dei pezzi strumentali, i Lieder, i poemi sinfonici, e soprattutto le opere. A seguire, il laboratorio Mirage del DAMS dell’università di Udine, presenterà “Rimediazione dei documenti sonori”, con l’esecuzione di “Musica su due dimensioni” di Bruno Maderna e “Omaggio a Vedova” di Luigi Nono, alla regia del suono Nicolo Buso. Gli incontri sono realizzati in collaborazione con l'Associazione Farandola.

Di straordinario spessore sarà la qualità degli incontri dedicati alla scienza e alla filosofia. Ospite d’eccezione sarà uno dei pensatori più seguiti del nostro tempo, Zygmunt Bauman, che con formule come “società liquida” o “vite di scarto” è riuscito a definire i nodi nevralgici della nostra attualità. L'incontro con grande sociologo polacco è stato realizzato con la preziosa collaborazione dell'Enaip Friuli Venezia Giulia. Il provocatorio filosofo Piergiorgio Odifreddi spiegherà come non possiamo dirci cristiani e men che meno cattolici. Achille Bonito Oliva e Massimo Donà dialogheranno sulla filosofia dell’arte. Stefano Zecchi si soffermerà sul concetto di bellezza nell’epoca contemporanea. Bruno Arpaia e Marcello Veneziani si interrogheranno sul valore politico di una sinistra “reazionaria”. Mentre Pier Aldo Rovatti e Neri Pollastri proveranno a stabilire come la filosofia può essere utile per la vita. Rosi Braidotti, introdotta da Anna Maria Crispino, si soffermerà sui temi portanti del suo pensiero, e Carlo Ginzburg, in una lezione magistrale, proporrà le sue riflessione sul suo mestiere di storico. Importante sarà poi la lezione magistrale di Janina Bauman su come si può ricordare l’olocausto. Mentre due tra i più apprezzati filosofi contemporanei, Vincenzo Vitiello e Maurizio Ferraris, dialogheranno sulle trasformazioni del proprio lavoro filosofico, tra coerenza e rinnovamento. Danilo Mainardi, Giorgio Celli e Marcus Parisini in tre incontri tra loro collegati parleranno dell’etologia e dell’amore per gli animali.
In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pordenone, continua il dialogo tra scienza e scrittura, quest’anno teso ad aprire fili di discorsi che attraversano i territori trasversali. L’Ecologia è scienza in evoluzione, capace di gettare nuove strade di lettura dell’ambiente e di introdurre nuovi concetti e modelli interpretativi. In questa chiave ne parleranno Fulvio Cerfolli e Almo Farina, intervistati da Fabio Pagan giornalista scientifico. Altra occasione di riflessione sarà offerta dal libro dello stesso Fulvio Cerfolli “Il gusto dell’ecologia. Una scienza e i suoi protagonisti”. Dell’Economia della conoscenza, del dibattito etico ed epistemologico della scienza ne parleranno Marcello Cini e Furio Honsell. Di contaminazioni e trasversalità tra scienza, antropologia, letteratura e mercato ne discuteranno, interagendo con il pubblico e con l’impiego di linguaggi multimediali, Bruno Gambarotta e Vittorio Marchis.

Pordenonelegge.it ha sempre mostrato una particolare attenzione per la poesia, e ha sempre pensato che i poeti abbiano delle cose importanti da dire in relazione alla loro esperienza creativa. Per questo motivo, oltre alla presenza di straordinari poeti italiani e stranieri, impegnati in conversazioni e letture: Yves Bonnefoy, Titos Patrikios, Antonella Anedda, Franco Marcoaldi, Laura Pugno, Sara Ventroni, Pierluigi Cappello e Antonio Turolo; ci sono anche poeti in veste di critici, intervistatori e conoscitori della realtà della lingua italiana. Fernando Bandini, Edoardo Sanguineti e Franco Loi interverranno sull’attuale situazione della lingua italiana, mentre Paolo Ruffilli, Massimo Rizzante e Lello Voce saranno impegnati a presentare e discutere sul fare poesia e sui suoi diversi significati. Ci sarà anche Lucrezia Lerro, poetessa, ma anche scrittrice di narrativa, partecipa alla “Mappa dei sentimenti”, mentre Ivan Crico sarà presente in chiave inedita presso la Biblioteca Civica, accostando la poesia alla grafica. Non si può non menzionare, infine, la presenza di Franco Brevini, Andrea Cortellessa e Nicola Crocetti, che alla poesia hanno dedicato e dedicano tanto fondamentale lavoro.

CHE LINGUA FA? Bollettino meteorologico della lingua italiana.
A cura di Enzo Golino

Sei appuntamenti, distribuiti nei tre giorni, per una serie di indagini e testimonianze al fine di comprendere dove grandina e dove il cielo è sereno nel territorio della lingua italiana, ma anche le conseguenze in termini, naturalmente metaforici, di siccità e esondazioni.
Sono state pensate come conversazioni non paludate, ma non per questo meno attente a far sì che gli interventi portino un risultato di consocenza e di riflessione. Questi i titoli e gli ospiti che intervengono:La lingua degli italiani, con Fernando Bandini, Michele A. Cortelazzo (conduce Enzo Golino); La lingua dei dizionari, con Valeria Della Valle, Lorenzo Enriques e Luca Terzolo (conduce Enzo Golino); La lingua delle notizie e delle narrazioni, con Giuseppe Antonelli, Pulsatilla e Luca Serianni (conduce Alberto Garlini); La lingua dei migranti, con Amara Lakhous, Filippo La Porta e Daniel Samba (conduce Enzo Golino); La lingua di chi parla e di chi scrive in dialetto, con Franco Brevini, Tullio Telmon e Franco Loi (conduce Gian Mario Villalta); La lingua dei maniaci della lingua, con Edoardo Sanguineti (conduce Enzo Golino).

Grande attenzione al fumetto nella nuova edizione di pordenonelegge.it. Nella giornata di sabato 22 settembre presso l' auditorium della regione si parlerà di Graphic Jurnalism la cronaca a fumetti offerta da INTERNAZIONALE alla quale partecipano autori proventi da tutto il mondo. Ospiti internazionali come il tedesco l'autore tedesco Reinhard Kleist che presenta il suo nuovo libro, edito in Italia da Black Velvet Johnny Cash. I see a darkness. Una biografia a fumetti del grande cantante americano. Il libro che ha raccolto grande consenso nel resto d'Europa arriva nei giorni del festival nella sua edizione italiana. In collaborazione con Vivacomix, da Parigi un giovane autore friulano, Manuele Fior con il suo primo romanzo a fumetti Rosso oltremare. Pluripremiato anche al recente salone del fumetto di Napoli, il lavoro di Fior pubblicato in tutta Europa racconta in parte anche l'esperienza di questo giovane talento che ha lavorato e vissuto a Berlino, Oslo e ora a Parigi. La giornata si chiude con il concerto acustico di uno dei cantautori più prestigiosi del panorama italiano. Moltheni presenta le canzoni del suo nuovo lavoro, Io non sono come te commentato dai disegni in diretta degli autori invitati. Una occasione speciale per farsi affascinare dalla magia della musica e del disegno che nasce davanti a nostri occhi. Il programma del fumetto è a cura di Davide Toffolo.

Anche quest’anno spazio ai giovani autori con il Fight Reading: Come sbudellare l'alfabeto e giocarsi la faccia per sedurre un'accolita di potenziali lettori. Per il secondo anno consecutivo alla Loggia del Municipio sarà allestito il ring letterario sul quale saliranno Michela Murgia, Gabriele Dadati e Roberto Tossani, moderati da i Papu. Gli scrittori leggeranno brani scritti appositamente per questo incontro; il vincitore sarà decretato dal pubblico pordenonese.
E con il Fight writing: quattro scrittori, un ring e il tempo che scorre. Piero Sorrentino, Giorgio Fontana, Giordano Meacci e Marta Pastorino si sfideranno in un reality writing mostrandosi live mentre scrivono un racconto ad hoc. Nessuna regola, solo la ragionata improvvisazione e la breccia iniziale, uguale per tutti: un fumetto di Marco Tonus. E, a complicare il tutto, i divertenti colpi di scena dei Papu. Questi incontri sono realizzati in collaborazione con Ombelicale (Simone Marcuzzi, Federica Manzon, Roberto Cescon)

Ancora una volta, pordenonelegge.it rifletterà sulle profonde relazioni che esistono fra lo sport e la letteratura. Fra il gesto atletico e il racconto del gesto. Perché la bellezza di una vittoria o il dramma di una sconfitta sono di per sé narrazione, e vivono più a lungo nelle storie che nella realtà. Quest’anno di parlerà principalmente del ciclismo epico delle grandi corse a tappe, prima con Alberto Brambilla e Giampaolo Ormezzano, e poi con Gianni Mura, autore di un giallo ambientato durante il Tour de France. Ma non solo, uno spazio importante sarà dedicato anche al rugby con la presentazione del libro “Rugby. Storia del rugby dalle origini ad oggi”.

DA VICINO...

Anche quest’anno a pordenonelegge.it grande attenzione per la realtà più vicina a noi, quella di un territorio che offre proposte editoriali di grande pregio e qualità e che continua a scoprire discorsi e narrazioni – indagando il passato e confrontandosi con il presente – ponendo l’accento sul libro come strumento essenziale per la formazione.
Le Edizioni Biblioteca dell’Immagine presenteranno a pordenonelegge.it Storie dal fondo. Un viaggio nel mondo sommerso delle giovani generazioni, il nuovo libro di Massimiliano Santarossa che esplora il mondo dei giovani pordenonesi, tra emarginazione e inclusione. Un altro viaggio, ma questa volta nella natura e nei boschi italiani, dentro l’anima degli alberi, sarà la presentazione de La danza degli alberi di Marcus Parisini. Le Edizioni Biblioteca dell’Immagine presenteranno anche il libro Italiani al Ristorante. L’Italia a tavola raccontata da una cameriere di Enrico Galiano
Un altro viaggio, questa volta a pedali, è quello che propone Ediciclo con il libro di Alberto Brambilla, La coda del drago.
Il Giro d'Italia raccontato dagli scrittori. Il Giro d'Italia senza la TV, letto come un grande romanzo popolare, raccontato dalle voci dei grandi scrittori. Nuovadimensione ci porterà, invece, nella Terra Santa di oggi, con l’ultimo lavoro di Gianluca Solera Muri, lacrime e za’tar. Un libro-testimonianza che racconta una terra sofferente e divisa che verrà presentato da S.E. Mons. Marcuzzo, Vescovo di Nazareth. Infine Antonio Turolo presenterà il suo libro di poesie Corruptio optimi massima.

Negli spazi del Museo Civico d’Arte, Caterina Furlan insieme con Giuseppe Barbieri presenta il volume Da Vasari a Cavalcaselle. Storiografia artistica e collezionismo in Friuli dal Cinquecento al primo Novecento, a cura di Chiara Callegari e Paolo Pastres, edito da Forum di Udine.
L’Accademia San Marco propone un incontro con Fulvio Salimbeni, Università di Trieste, sul tema Accademie e Accademia. Presenta l’incontro Paolo Goi. Nell’occasione verranno presentate le pubblicazioni dell’Accademia San Marco.
L’Associazione “la città complessa” presenta Racconti dal paesaggio 1984-2004. A vent'anni da Viaggio in Italia, incontro con Roberta Valtorta. Una riflessione su una nuova possibile visione del paesaggio italiano in trasformazione, partendo da Luigi Ghirri, figura fondamentale della fotografia italiana.

Il Circolo della Stampa di Pordenone e L’Istituto provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione e dell’Età contemporanea di Pordenone promuovono il dialogo tra Marina Cattaruzza, autrice de L’Italia e il confine orientale e Anna Maria Mori, autrice di Nata in Istria, sulle vicende legate al destino dei territori ai confini orientali dell’Italia.
Verrà realizzato in collaborazione con il Circolo della Cultura e delle Arti di Pordenone l’incontro di presentazione di Breve storia di lunghi tradimenti, l’ultimo libro dell’autore pordenonese Tullio Avoledo.

Partirà da pordenonelegge.it Coraggiosamente, il progetto promosso da ADI Giovani FVG, Ordine degli Architetti e Giovani Industriali di Pordenone, propone l’incontro con Maurizio Pallante che ci parlerà della decrescita felice e di come si possa guadagnare in buon vivere abbassando il pil. Coraggiosamente: parola che al suo interno contiene le parole, coraggio e mente, che si ritiene possano incarnare due caratteristiche fondamentali per le giovani generazioni che si apprestano a confrontarsi con le nuove esigenze del mondo lavorativo ed in generale della moderna società.
L’Associazione Farandola propone due incontri tra musica e scrittura: nel primo, il grande musicologo Mario Bortolotto presenterà il suo saggio sul terzo incomodo del novecento, Richard Strauss, attraverso un’analisi dei pezzi strumentali, i Lieder, i poemi sinfonici, e soprattutto le opere. A seguire, il laboratorio Mirage del DAMS dell’università di Udine, presenterà “Rimediazione dei documenti sonori”, con l’esecuzione di “Musica su due dimensioni” di Bruno Maderna e “Omaggio a Vedova” di Luigi Nono, alla regia del suono Nicolò Buso.

IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI PORDENONE
ASSESSORATO ALLA CULTURA
Continua il dialogo tra scienza e scrittura, quest’anno teso ad aprire fili di discorsi che attraversano i territori trasversali.
• Dell’Ecologia, scienza che studia e cerca risposte nell’interpretare gli ecosistemi. Una Scienza giovane, ma che ha già una storia accattivante, popolata di uomini e di idee che l’hanno resa imprescindibile ambito di soluzione dei problemi ambientali che caratterizzano il nostro tempo. L’occasione è offerta dal libro di Fulvio Cerfolli Il gusto dell’ecologia. Una scienza e i suoi protagonisti. L’autore sarà intervistato da un gruppo di giovani studenti che hanno letto il libro.
• L’Ecologia è anche scienza in evoluzione, capace di gettare nuove strade di lettura dell’ambiente e di introdurre nuovi concetti e modelli interpretativi. In questa chiave ne parleranno Fulvio Cerfolli e Almo Farina autore del libro Il paesaggio cognitivo. Una nuova entità ecologica e intervistati da Fabio Pagan giornalista scientifico.
• Dell’Economia della conoscenza, del dibattito etico ed epistemologico della scienza ne parleranno Marcello Cini, professore emerito di Fisica presso l’Università La Sapienza di Roma, autore del libro Il supermarket di Prometeo. La scienza nell'era dell'economia della conoscenza, e Furio Honsell, Magnifico Rettore dell’Università di Udine, matematico di fama internazionale e autore del libro L’algoritmo del parcheggio.
• Di contaminazioni e trasversalità tra scienza, antropologia, letteratura, mercato ne discuteranno interagendo con il pubblico e con l’impiego di linguaggi multimediali Bruno Gambarotta e Vittorio Marchis autore di Smell: vizi e virtù nel mondo degli odori.
La Biblioteca civica di Pordenone ospiterà una mostra che vedrà dialogare la poesia in bisiac e le creazioni grafiche di Ivan Crico, in una dimensione inedita per il poeta di Fogliano.
Il Museo civico d’Arte di Pordenone proporrà per pordenonelegge.it la mostra Rileggiamo i confini di Pordenone. I catastici Ottoboni. Una rilettura della città attraverso le centinaia di pagine dei Catastici Ottoboni, che descrivono le rendite fondiarie, e quindi fiscali, ricavate dalle proprietà illustrate in mappe e piante disegnate ad inchiostro ed impreziosite da colori ad acquerello.
Nelle sale del Museo Civico verrà anche presentato il volume Michelangelo Grigoletti, opera omnia sull’artista pordenonese, considerato uno dei migliori ritrattisti del XIX secolo
Sempre curata da Gilberto Ganzer, nello spazio espositivo di Palazzo Gregoris verrà ospitata la piccola mostra Rileggiamo l’arte con l’oggetto d’arte, che propone una lettura nuova dell’opera d’arte, attraverso l’analisi degli elementi d’arte applicata presenti nell’opera stessa.
Museo Civico delle Scienze di Pordenone.
Tutti i nomi della Natura. Omaggio a Carlo Linneo nel trecentesimo della nascita
La mostra dedicata a Carlo Linneo, figura di primissimo piano nel panorama delle scienze naturali del Settecento, che ebbe il merito indiscusso di mettere ordine nel caos dei nomi, introducendo un sistema preciso e metodico di classificazione e nominazione di animali, piante e minerali.

IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI PORDENONE
ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI
• L’incontro Ragazzi da raccontare. Ragazzi che si raccontano. Biografie ed autobiografie strumenti di salute personale e sociale vede il confronto tra Monique Pistolato, Paola Zannoner e Pina Varriale, tutte autrici che hanno scritto storie di ragazzi e per i ragazzi, nell’ipotesi che in questo modo si possa capire di più il loro mondo.
• La parte abitata della rete. Città e cittadini dentro Internet. Incontro con Sergio Maistrello e Paolo Valdemarin
• A cura del Servizio politiche della pace - Direzione centrale Istruzione della Regione FVG, verrà realizzato l’incontro Uguaglianza e diversità in una società plurale. Interverranno lo scrittore Amara Lakhous, Stefano Allievi, professore di sociologia all'Università di Padova, la giornalista Elisa Cozzarini e un’autrice di origine straniera; condurrà l’incontro Gianfranco Schiavone.
IN COLLABORAZIONE CON LA PROVINCIA DI PORDENONE
ASSESSORATO ALLA CULTURA
• Nuovi spazi per pordenonelegge.it. L’apertura degli spazi espositivi della Provincia in Corso Garibaldi, le sale del Palazzo, la Sala Consiliare e la nuova grande tensostruttura di Largo S.Giorgio ospiteranno molti eventi di grande rilievo, rappresentando un nuovo polo per il festival. Un percorso inedito nella città, tutto da scoprire.
• In questi anni il rugby è totalmente cambiato e l'Italia ha fatto passi da gigante entrando a pieno titolo nel 5 Nazioni, ora per l'appunto divenuto 6 Nazioni. Rugby. Storia del rugby mondiale dalle origini ad oggi, l’importante pubblicazione realizzata anche con la collaborazione della Provincia di Pordenone, racconta, oltre alla storia di questo sport dalle sue origini, i profondi mutamenti che in questi 14 anni hanno rivoluzionato il mondo del rugby. Il libro verrà presentato da Elio De Anna, Presidente della Provincia ed “ex campione di rugby” e da Luciano Ravagnani.
• Sono organizzati in collaborazione con la Provincia di Pordenone anche gli incontri con Marcello Veneziani, Bruno Arpaja, Stefano Zecchi e Toni Capuozzo.
• La sala stampa della Provincia ospiterà l’incontro con Alessandro Feroldi e il suo libro L’inutile seduttore.
• Alfabeti Contemporanei - Opere dalla collezione Della Grazia - Archivio Nuova scrittura
Inaugurerà il 14 settembre, Alfabeti Contemporanei, la preziosa mostra che pordenonelegge.it realizza in collaborazione con la Provincia di Pordenone. La mostra, curata da Guido Comis, raccoglie circa sessanta opere incentrate sul rapporto fra immagine, segno, scrittura e comunicazione e metterà in evidenza la suggestione che la parola stampata o autografa, nell’estensione del romanzo o nella brevità della poesia o dello slogan, ha esercitato sugli artisti nella contemporaneità.
Fra gli artisti rappresentati alcune fra le più importanti personalità dell’arte contemporanea italiana e internazionale: Alighiero Boetti, Piero Manzoni, Gastone Novelli, Giulio Paolini, Emilio Tadini, Joseph Beuys, John Cage, Daniel Spoerri, Hermann Nitsch, Andy Warhol, solo per citare alcuni nomi.
ASSESSORATO ALLA PROGRAMMAZIONE SOCIALE
• Inebrianti parole.
In occasione del convegno “ALCOL? No Grazie! Io ci tengo al mio futuro”, che verrà organizzato presso la Fiera di Pordenone nell’ambito di pordenonelegge.it, l’Ufficio programmazione Sociale della Provincia di Pordenone propone un laboratorio di comunicazione sociale sul tema della prevenzione dei comportamenti a rischio legati all'alcolismo. Il Laboratorio, condotto dal giornalista Massimo De Bortoli, direttore di Alidee e collaboratore dell'Osservatorio Politiche Sociali della Provincia di Pordenone, sarà uno spazio di riflessione attiva sulle strategie di comunicazione sociale tramite la scrittura applicata a un tema specifico di rilevanza sociale. L'iscrizione al Laboratorio è libera e rivolta in particolare ai giovani che partecipano alle attività dei Progetti Giovani provinciali. Il Laboratorio si pone in continuità con le attività di prevenzione cui la Provincia di Pordenone partecipa da tempo in collaborazione con i Progetti giovani dei Comuni,la Prefettura,gli Uffici di Prevenzione dell’ASS6,le Scuole, gli Ambiti distrettuali, l’ASCOM, le Associazioni del territorio provinciale che hanno sensibilizzato e sollecitato un’attenzione ed impegno specifici nei confronti delle giovani generazioni
• Una tavola rotonda di grande interesse sarà Il mondo visto dalle donne, indagine su come il teatro al femminile rappresenta il pensiero della diversità, con Grazia Scuccimarra, Carlina Torta, Bruna Braidotti e Chiara Tamagnini.
CULTURA & SOCIETA’
Il percorso attraverso la multisensorialità a cura del Comitato “Libro Parlato” San Vito nell’ambito di pordenonelegge.it si concluderà quest’anno con l’esplorazione del gusto in una conversazione con lo chef neurologo spagnolo Miguel Sánchez Romera autore de La cocina de los sentidos (La cucina dei sensi) e Total Cooking. Cucina come “spazio totale”, interpretata come un luogo in cui accendere la curiosità o la memoria, affinare il senso del bello, esplorare il complesso intreccio delle sfere sensoriali.
L’ingegner Mario Sist, uno dei pionieri della ricostruzione post bellica e protagonista di una vivace stagione della vita pordenonese, presenterà il libro Propordenone, 60 anni di storia, rievocando le vicende del nostro territorio attraverso l’attività di un organismo culturale che ha sempre lavorato per la città. Interverranno all’incontro Pietro e Marco Angelillo, autori del volume.

DENTRO LA CITTÀ CON GLI AUTORI
Non mancano neppure nell’edizione 2007 di pordenonelegge.it gli incontri, organizzati in collaborazione con l’Ascom Confcommercio Pordenone e Slow Food Pordenone, che danno la possibilità di incontrare più da vicino alcuni degli autori locali, ma non solo, che in questi ultimi mesi si sono proposti con le loro novità editoriali. La tradizione vuole che gli incontri si svolgano nei negozi e nei caffè del centro storico.
È un modo diverso di coinvolgere la città e i suoi operatori; un’occasione di incontro meno formale, magari davanti a qualche stuzzichino e a un bicchiere di vino, assaporando della cioccolata, o gustando un buon caffè.
L’appuntamento più dolce rimane quello che si svolgerà al Salotto Peratoner con l’ormai tradizionale degustazione di cioccolato. Non mancheranno, però, gli incontri nei caffè (Caffè Nuovo, PnBar, 0434, Bar Ariston) nelle osterie (Tre di coppe), nei negozi (Magistore e Complemento Oggetto), nelle librerie (Quo vadis?). Tra i titoli che verranno presentati Italiani al Ristorante. L’Italia a tavola raccontata da una cameriere di Enrico Galiano; il libro naturae sulla Land Art di Gabriele Meneguzzi e Vincenzo Sponga; A come avventura di Anna Maspero; Mangia bevi e ridi di Ugo Furlan e Mario Boer; Total cooking dello chef e neurologo Miguel Sanchez Romera.
Il Best Western Park Hotel aprirà le sue sale al pubblico, in via Mazzini, per una mostra di olii, tempere e disegni dell' architetto Marcello D'Olivo. Meno conosciuto come pittore, straordinario interprete ed anticipatore delle paure per l'uso distorto delle tecnologie scientifiche e delle angosce per l'alterazione del delicato rapporto d'equilibrio tra scienza e natura. Le opere, che provengono da collezioni private, sono la testimonianza omaggio al grande architetto friulano.
Alla Galleria d’Arte Tarozzi in occasione di pordenonelegge.it verrà allestita una mostra con le tavole originali della produzione italiana e internazionale del noto fumettista pordenonese Emanuele Barison.
Il programma “Dentro la città con gli autori” è a cura di Sara Moranduzzo.
PORDENONELEGGE.IT E’ ANCHE IN FIERA!
Negli spazi della Fiera di Pordenone, sabato 22 settembre dalle 9.30 alle 11.30 in collaborazione con la FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi)-Ascom Confcommercio Pordenone, la Provincia di Pordenone e l’Ass. 6 “Friuli Occidentale” e con l’adesione dell’Ufficio Scolastico provinciale, sarà organizzato un convegno, di strettissima attualità, intitolato “ALCOL? No Grazie! Io ci tengo al mio futuro”. Il convegno, aperto agli studenti e ai responsabili degli istituti scolastici della provincia, rientra nella campagna di sensibilizzazione “No alcol ai minori di 16 anni”, promossa dal Gruppo provinciale Pubblici Esercizi aderenti ad Ascom-Fipe.
Dopo i saluti di apertura del Presidente della Commissione Turismo Ascom, Sergio Lucchetta, e dell’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali, Alessandro Ciriani, interverranno Paolo Cimarosti, Responsabile del Servizio di Alcologia dell’Azienda Sanitaria, Edi Sommariava, Direttore Generale della FIPE-Confcommercio di Roma, oltre ad alcuni testimonial provenienti dal mondo giovanile e sportivo.
A seguire, si terrà la quarta edizione della Gara di cocktail “Trofeo Bruno Redivo” (quest’anno obbligatoriamente analcolici), riservata ai ragazzi delle scuole alberghiere del Triveneto. Nella giuria, assieme ad esperti del settore, ci sarà una rappresentanza degli studenti locali che valuterà le varie creazioni secondo il gusto giovanile. I migliori cocktail, il cui nome deve essere attinente al mondo della letteratura,saranno proposti dai pubblici esercizi della provincia come alternativa all’abuso di alcol.
Torna, invece, nel pomeriggio, l’ormai tradizionale Gara di cocktail “Parole Versate”. L’appuntamento, organizzato da FIPE-Ascom e Aibes, è diventato un vero e proprio punto di incontro per gli operatori del Triveneto che hanno la possibilità di misurarsi e “giocare” insieme al pubblico presente con nuovi cocktail e proposte particolari con nomi presi a prestito dalla letteratura o con poesie ad esse dedicate.
La Disfida dei Lettori.
Le agguerrite sfide finali del concorso La Disfida dei Lettori rivolto ai ragazzi delle scuole superiori della Provincia di Pordenone, si svolgeranno venerdì 21 settembre in un padiglione della Fiera di Pordenone. Le 16 classi finaliste dei licei Le Filandiere di S.Vito al Tagliamento, Leopardi-Majorana, Grigoletti e dell’Istituto Pertini di Pordenone si affronteranno sui libri Non ti muovere di Margaret Mazzantini, Il dolore perfetto di Ugo Riccarelli e Il sopravvissuto di Antonio Scurati e verrà decretata la classe vincitrice. L’evento è realizzato con la collaborazione di Pier Vincenzo Di Terlizzi e di Paolo Venti.
Il programma in Fiera è realizzato con la collaborazione di Sara Moranduzzo

CENTRO INIZIATIVE CULTURALI PORDENONE, GALLERIA SAGITTARIA
Il Centro Iniziative Culturali Pordenone propone l’incontro L’Arte di scrivere d’Arte. Dialogo a più voci sui caratteri di stile e i problemi di comunicazione della critica d’arte con Sandro Cappelletto, Monica Centanni, Enrico Crispolti, Claudio Spadoni, conduce Fulvio Dall’Agnese. Una riflessione sulle differenti modalità di comunicazione verbale dell’opera artistica, sulla possibilità di parlare e soprattutto scrivere d’arte.
In occasione di pordenonelegge.it, poi, alla Galleria Sagittaria presso la Casa dello Studente A.Zanussi di Pordenone verrà allestita la mostra Virgilio Tramontin - Friuli. Mostra Antologica. La mostra presenta al pubblico un’ottantina di acqueforti di Virgilio Tramontin (1908-2002), incisore pittore disegnatore di San Vito al Tagliamento. tra i più noti in Italia. Le opere, di straordinaria intensità poetica, sono una celebrazione della terra friulana, vista in paesaggi tra monte e mare, in città, borghi e castelli, in scorci di alberi e d’acque.

IRSE – Istituto Regionale di Studi Europei FVG
In concomitanza con la preziosa occasione di incontro con i giovani europei offerta dall’iniziativa Curiosi del territorio – Stage in Friuli di giovani operatori turistici di Est e Centro Europa, provenienti da Albania, Bielorussia, Cechia, Finlandia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Russia, Slovacchia, Spagna, Ucraina e Ungheria, pordenonelegge.it offrirà un momento di collaborazione sul piano dell’incontro e dello scambio tra le culture, invitando i giovani europei ospiti dell’IRSE ad alcuni incontri con gli autori.
Un altro motivo di legame per questi giovani operatori turistici con il nostro territorio sarà la partecipazione ad Aspettando pordenonelegge.it…, serata dedicata a Pier Paolo Pasolini, che vedrà realizzarsi, nei giorni successivi alle giornate del festival, un educational sui luoghi “mitici” degli anni casarsesi del poeta.

LIBRI DA VEDERE E DA COMPERARE
Anche quest’anno le piccole case editrici di qualità, con una particolare attenzione alle migliori proposte del territorio, troveranno spazio sotto la grande tensostruttura in Piazza XX Settembre. La mostra mercato Una piazza piena di libri è a cura del Centro biblioteche di Villorba.
Ritorna naturalmente anche Fuori catalogo, con i libri che vorremmo leggere e che non riusciamo più a trovare, curata da Martincigh libreria antiquaria di Udine.
E ancora, Libri da vicino, la Mostra-mercato dei libri editi dagli enti e dalle associazioni del territorio realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pordenone
E poi un nuovo spazio in piazza della Motta per la Mostra Mercato dei Libri per ragazzi.
In collaborazione con

Dal Novecento a oggi: Omaggio ai BERTOLUCCI
Attilio, Bernardo e Giuseppe fra cinema e poesia
La vita dei tre Bertolucci, il poeta Attilio (1911-2000) e i suoi figli Bernardo (1941-) e Giuseppe (1947), è un percorso che si snoda trasversalmente fra le arti avendo come minimo comune denominatore la poesia. Se da una parte restano eternamente indelebili i bellissimi scritti di Attilio, dai capolavori degli inizi di “Fuochi in novembre” (1934) a “La capanna Indiana” (1951), per arrivare allo stupendo “Viaggio d’inverno” (1971), dall’altra sono entrati di diritto nei classici del cinema film intrisi di letteratura come Novecento (1976, regia di Bernardo e sceneggiatura di entrambi i fratelli), Il tè nel deserto (1990, regia di Bernardo, dal best-seller di Bowles), La strategia del ragno (1970, sempre di Bernardo, ispirato a scritti di Borges) o Segreti segreti (1984, regia di Giuseppe, scritto insieme a Vincenzo Cerami): Cinemazero e pordenonelegge.it propongono dunque un percorso duplice, che punta alla scoperta dei rapporti biunivoci fra cinema e letteratura esistenti nelle carriere dei due registi senza tralasciare di osservare il loro rapporto, artistico ma anche personale, con il padre poeta.
Bernardo Bertolucci e Giuseppe Bertolucci saranno dunque presenti a Pordenone per una serie di eventi che li vedranno protagonisti. Verrà proiettata la copia restaurata di Novecento, maestoso affresco della società italiana nella prima metà del secolo scorso, e, come corredo al film, verrà allestita la particolarissima mostra fotografica di Angelo Novi che segue il percorso creativo del film, visitabile non solo nei giorni di pordenonelegge.it, ma per tutto il mese di settembre.
Bernardo Bertolucci (che verrà insignito ai primi di settembre del Leone d’oro alla carriera alla Mostra del Cinema di Venezia), in data da definire, incontrerà il pubblico pordenonese per discutere del suo particolare rapporto con la pagina scritta.
Giuseppe Bertolucci interverrà nell’ambito della kermesse sabato 21 settembre alle 21.30, presentando alcuni suoi delicatissimi lavori, ai più meno noti, dedicati all’arte e alla letteratura: In cerca della poesia (1999) e Il Correggio ritrovato (2), che vede proprio Bernardo e l’anziano padre Atttilio protagonisti di un viaggio alla riscoperta della pittura, a Il congedo del viaggiatore cerimonioso (1992), ispirato direttamente alle liriche di Giorgio Caproni.
Con la proiezione de L'Attilio Bertolucci de “La camera da letto” (1991) di Stefano Consiglio e di Assenza, più acuta presenza (2003) di Paolo Brunatto, film entrambi dedicati al grande poeta parmense, si approfondirà la figura di uno dei più grandi letterati italiani del secolo scorso, scoprendone anche lati meno noti e sorprendenti.
Sempre per omaggiare l’attività poetica di Attilio Bertolucci, alla ricerca delle delicate note autunnali delle sue prime poesie, è prevista una lettura scenica di brani tratti da “Sirio” (1929) e “Fuochi in novembre” (1934), in un evento intitolato Voci dagli inizi: Attilio Bertolucci,
GLI APPUNTAMENTI DELLA MEDIATECA PORDENONE PER PORDENONELEGGE.IT
Leggere di cinema: incontri con Giorgio Tinazzi e Alberto Pezzotta
Fin dal suo nascere impegnata nella diffusione del linguaggio cinematografico, la Mediateca Pordenone di Cinemazero inaugura per questa edizione di pordenonelegge.it gli appuntamenti intitolati Leggere di cinema. L’idea è quella di presentare i libri più interessanti usciti nel corso dell’anno sul rapporto fra cinema e letteratura e sulla critica cinematografica in genere: si inaugura la serie con due pubblicazioni da non perdere. Sabato 22 settembre alle ore 16.30 Giorgio Tinazzi, uno dei più importanti studiosi di cinema italiani, dopo aver a lungo scritto di e sul cinema italiano e francese (ricordiamo “Truffaut, il piacere della visione”, Marsilio, 2004, e “Michelangelo Antonioni”, Il Castoro, 2004), presenta il suo “La scrittura e lo sguardo. Cinema e letteratura” edito da Marsilio (2007). “Cinema e letteratura” vuol dire storie prese a prestito, rielaborate o fatte proprie; ma significa anche molti altri temi: il lavoro di sceneggiatura, le influenze reciproche, le ambientazioni, le forme di racconto e di rappresentazione, gli incroci di mestieri, le strategie di mercato. Ce ne parla conversando con Luciano De Giusti, esperto di trascrizioni cinematografiche da opere letterarie.
Il secondo appuntamento, previsto per domenica 23 settembre sempre alle ore 16.30, si terrà con Alberto Pezzotta, critico, fra gli altri, per il Corriere della Sera e per Segnocinema e autore di numerosi saggi e monografie (“Martin Scorsese. Taxi Driver”, Lindau, 2007, e “Clint Eastwood”, Il Castoro, 2007), che presenterà il suo “La critica cinematografica” pubblicato da Carrocci nella sezione Le bussole: si tratta di una collana che ha l’obiettivo di fornire strumenti utili a chiunque voglia cimentarsi con un determinato “mestiere cinematografico”. Il libro di Pezzotta è davvero lo strumento a lungo sognato per chi voglia farsi un’idea della storia della critica e, in generale, di che cosa metta in gioco la critica cinematografica, cosa una recensione filmica debba considerare, cosa significhi lo stile di scrittura in un elaborato simile. Dopo sei anni di esperienza intorno alla critica con il concorso Scrivere di cinema e con le lezioni di critica tenute all’interno degli Appunti critici, Cinemazero non poteva non dare voce a un libro così utile e al tempo stesso agile, capace di parlare a tutti, addetti ai lavori e profani.

pordenonelegge.it per i ragazzi

FINO ALL’ULTIMA LETTURA IL PROGRAMMA DEDICATO AI GIOVANI LETTORI
Elfi, maghi, stelle vaganti, boschi misteriosi, gatti innamorati della fisica, ma anche storie di bambini sfruttati e matrigne invidiose. Questo è soltanto un assaggio di tutto ciò che pordenonelegge.it riserverà ai più piccoli, dagli zero ai quattordici anni: si tratterà anche per questa edizione di un vero e proprio festival nel festival, spaziando da incontri con l’autore, a laboratori creativi, fino a rendere protagonisti i ragazzi stessi, con le loro voci, le loro letture, le loro lingue.
Il coinvolgimento delle scuole è già iniziato da aprile scorso attraverso il lancio il concorso “Caro autore ti scrivo” con il quale gli studenti delle scuole medie potranno scegliere di adottare un autore e il relativo libro da lui stesso scelto per scriverne una recensione sottoforma di lettera: viste le numerose adesioni da parte delle scuole del territorio l’organizzazione ha deciso di posticipare la consegna degli elaborati a venerdì 14 settembre. Gli autori scelti per il concorso sono tra i più importanti nel panorama nazionale e volontariamente eterogenei nello stile e nella materia trattata così da poter incontrare le diverse esigenze delle scuole che aderiranno. Ci sarà l’eclettica Domenica Luciani, che, con il suo Tostissimo!, in un’esplosione di ironia e trasgressione dove il giovane protagonista, una sorte di don chisciotte moderno, si batte per la propria unicità tra chi ascolta solo hard rock e chi pensa solo a se stesso. Marco Tomatis e Loredana Frescura racconteranno l’emozione di innamorarsi a sedici anni racchiuso nel loro Il mondo nei tuoi occhi, una storia d'amore come tante, eppure dentro la storia i mille volti del mondo: l'amicizia, la scuola, la politica, il sesso, l'amore, il tradimento, la fatica di capire e di capirsi. Gli appuntamenti di punta dello spazio dedicato ai ragazzi avranno come protagonisti due trai più illuminati scrittori per l’infanzia italiani. Francesco D’Adamo racconterà di uno dei suoi libri più appassionati, La storia di Iqbal, che racconta la vicenda reale di un ragazzo pakistano di dodici anni diventato in tutto il mondo il simbolo dello sfruttamento minorile nel lavoro: dopo che la sua famiglia lo vende per sedici dollari, è costretto a lavorare in una tessitura di tappeti dall'alba al tramonto, incatenato al telaio, in condizioni disumane. Altro appuntamento da non perdere l’incontro con l’autrice di fantasy più importante al momento nel panorama nazionale: L’ultimo elfo di Silvana De Mari è stato tradotto in inglese e distribuito in diversi Paesi, tra cui gli Stati Uniti e l’Inghilterra dove, si sa, del genere sono maestri e difficilmente accettano “prodotti di importazione”. Eppure il libro della De Mari è capace di costruire un impianto narrativo complesso senza trascurare lo spessore dei temi universali trattati. Ci sarà spazio anche per le scienze nell’incontro con uno dei più autorevoli scrittori nell’ambito scientifico dell’editoria per ragazzi, Anna Parisi, che presenterà al giovane pubblico di pordenonelegge.it il suo Numeri magici e stelle vaganti nel quale in modo divertito e divertente ripercorre la lunga strada del pensiero scientifico attraverso aneddoti, disegni e interviste a personaggi immaginari. Per i più piccoli si parlerà d’arte con La bottega di Pomponio: viaggio nella pittura dell’Amalteo, dove a parlarci di botteghe, di affreschi e di iconologia ci sarà il pittore stesso… ovviamente con uno speciale trucco ad opera degli autori Antonio e Roberta Garlatti. A Editoriale scienza il compito di promuovere un appuntamento scientifico per i piccolissimi: La fisica del miao presenta una serie di interviste divertenti a pesci, farfalle, pipistrelli per saperne di più su iridescenza, polimeri e magnetismo...non c’è da preoccuparsi, a fare da interprete ci sarà l’autrice del libro, Monica Morelli.
Per i più piccoli è dedicato il progetto “Una mamma per Biancaneve” a cura di Daniela Dose e Laura Fanti dell’associazione Centro per la salute del bambino, con letture animate liberamente tratte dalla celebre fiaba e da altre incentrate sulla figura materna; il progetto culminerà idealmente nella conversazione tra il poeta Giacomo Vit e la scrittrice per ragazzi Sabrina Colloredo volto ad approfondire il ruolo della madre nella fiaba moderna. Visto il successo dello scorso anno, continua l’appuntamento C’era una volta, Once Upon A Time, Erase una vez…dove alcuni ragazzi dai 12 ai 16 anni leggono le fiabe nelle loro lingue: ghanese (twi), friulano, venezuelano, persiano e israeliano.
Gli appuntamenti curati da Alfredo Stoppa ruotano intorno alla creatività e all’importanza dell’illustrazione nella letteratura per l’infanzia, tanto attraverso laboratori creativi, incontri con gli autori pronti a giocare con le parole da loro scritte o disegnate come nell’incontro con Roberto Innocenti, uno dei più accreditati illustratori, e la scrittrice Angela Nanetti, o come nella gara “Scommettiamo che ridi!” dove Roberto Pagura e Massimiliano Maiucchi sfideranno il giovane pubblico fino all’ultima risata, per vedere chi avrà la meglio.
L’Associazione Gradiba proporrà il laboratorio creativo per gli studenti delle elementari dedicato al bosco magico che saranno i ragazzi stessi ad animare, dando voce all’intera scenografia di uno spettacolo, partendo da storie classiche e libri meno conosciuti.
Infine una novità sugli spazi che conterranno tutti questi appuntamenti: ci saranno nuovamente le due tensostrutture allestite in Piazza della Motta, da quest’anno però dedicate a due autori che hanno saputo, nella loro produzione artistica e letteraria, incontrare in modo privilegiato il mondo dei più piccoli, dando vita a favole senza tempo, filastrocche didattiche capaci di giocare con la lingua italiana. Nascono, così, lo Spazio Rodari e lo Spazio Munari: non è un caso forse che i due si siano incontrati nella pubblicazione de Le favole al telefono di Gianni Rodari per le quali proprio Bruno Munari ha realizzato le illustrazioni dell’edizione per l’Einaudi. A inaugurare l’iniziativa ci sarà un laboratorio creativo dedicato all’arte di Munari e al suo guizzo libero e liberatorio nei confronti della pagina bianca in Linee, bianchi, fori, spazi a cura dell’Associazione Gradiba.
Per un programma così vasto ed eterogeneo si ringraziano Mariapia De Conto (Librolandia, Porcia), Libreria Al Segno, Pordenone, Alfredo Stoppa (Edizioni C’era una volta), Daniela Dose (Matilda: mi racconti una storia?), Editoriale scienza (Trieste), l’Associazione Gradiba, tutti gli insegnanti e gli studenti delle scuole che da anni aderiscono alle proposte in maniera viva ed entusiasta, i ragazzi accaniti lettori che riempiono i nostri spazi dimostrando che la lettura…è roba da ragazzi.
VISUALIZZA PDF