"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


14/05/2007 PREMIO TERZANI. Udine 11-13 maggio

PREMIO TERZANI a Udine, dal 10 al 14 maggio 2006
Confronti, incontri, mostre e spettacoli.



vicino/lontano
Identità e differenze al tempo dei conflitti

Premio Terzani

Terza edizione, 10-13 maggio 2007


Grandi nomi della cultura, della politica e dell’informazione per quattro giorni a Udine. Dal 10 al 13 maggio filosofi, economisti, sociologi, antropologi e giornalisti fra i più qualificati a livello internazionale parteciperanno alla terza edizione di vicino/lontano: identità e differenze al tempo dei conflitti. La manifestazione, che come sempre comprenderà il Premio letterario internazionale Tiziano Terzani, è organizzata dall’associazione culturale vicino/lontano con la direzione di Marco Pacini.
Anche quest’anno vicino/lontano trasformerà Udine in un osservatorio sulla contemporaneità. Oltre 70 appuntamenti tra confronti, incontri, mostre e spettacoli, dove linguaggi e ambiti disciplinari diversi si incroceranno sul terreno dei molti interrogativi posti dai processi e dai conflitti globali.
Un’occasione per riflettere sui temi cruciali del nostro tempo, per “parlare di ciò di cui tutti parlano” forzando i confini della comunicazione accademica e specialistica e spezzando le barriere dei luoghi comuni e delle semplificazioni mediatiche che spesso ostacolano la comprensione dei problemi.
Vicino/lontano è il momento conclusivo del ciclo “Udine Porta a Oriente”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, che comprende anche Calendidonna e Far East Film Festival .
L’inaugurazione di vicino/lontano è in programma per giovedì 10 maggio, alle 19.00, davanti alla chiesa di San Francesco.



I confronti
Sono il fulcro della manifestazione. I 12 confronti che avranno luogo nella chiesa di San Francesco punteranno i riflettori su temi di forte attualità: l’uso della religione a giustificazione dei conflitti, le nuove sfide economiche e l’antica arretratezza, l’impatto sociale e culturale dei flussi migratori, i diritti negati e i costi umani del “progresso”, il terrorismo e le guerre, la democrazia e le sue forme, l’identità politica e culturale dell’Europa, il “colore” politico, religioso e culturale, il futuro dell’uomo nell’era delle biotecnologie, l’informazione e la sua attendibilità.
Giovedì 10 maggio, alle 20.30, dopo l’inaugurazione e un breve intervento del Coro polifonico di Ruda, “In nome di chi? Quando i conflitti invocano le religioni” aprirà il programma dei confronti, dando la parola per un dibattito quanto mai attuale a due intellettuali, uno musulmano l’altro cattolico, Tariq Ramadan e Franco Cardini, moderati dal sociologo Stefano Allievi.
Grande attesa per il già annunciato incontro con l’ex presidente iraniano Mohammad Kh?tami, intervistato da Valerio Pellizzari (sabato 12 maggio alle 11.30), che nella sua veste di uomo politico, ma anche di intellettuale, interverrà sul ruolo fondamentale del suo paese nello scacchiere geopolitico mondiale. Questo importante appuntamento si realizza con l’ospitalità del Presidente del Consiglio regionale Alessandro Tesini.
Tra gli ospiti di questa terza edizione di vicino/lontano anche il “futurologo” americano Joel Garreau, autore del best seller Radical Evolution, la cui traduzione italiana verrà presentata in anteprima a Udine, lo scrittore campano Roberto Saviano, gli storici Carlo Ginzburg e Valerio Castronovo, i filosofi Peter Sloterdijk, Arnold Davidson e Pier Aldo Rovatti, l’antropologo Marc Augé, la storica dell’Europa orientale e sudorientale Janine Calic, gli intellettuali Serge Halimi e Nicole Janigro, il demografo Massimo Livi Bacci, l’economista Sin-Ming Shaw, la scrittrice iraniana Chahdortt Djavann, i giornalisti Drago Hedl, Valerio Pellizzari, Massimo Riva e Demetrio Volcic.



Il Premio letterario internazionale Tiziano Terzani
Nato insieme a vicino/lontano e istituito in collaborazione con la famiglia Terzani, anche quest’anno avrà uno spazio importante all’interno della manifestazione, che a Terzani dedicherà molti degli appuntamenti di sabato 12 maggio. Quest’anno il Premio è stato assegnato dalla Giuria, all’unanimità e senza concorso, alla memoria della giornalista russa Anna Politkovskaja. Verrà consegnato da Angela e Saskia Terzani al figlio di Anna Politkovskaja, Il’ja Politkovskij, nella serata che si terrà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine (ore 21), come momento conclusivo di “Libertà di …”, uno spettacolo teatrale con letture e musica per la regia di Rita Maffei, che vedrà la partecipazione di Vinicio Capossela. Nel corso della serata, in anteprima italiana e per cortese concessone di Adelphi, verranno lette anche alcune pagine di Diario russo, il diario di Anna Politkovskaja in corso di pubblicazione per i tipi della casa editrice milanese.
Strettamente legato all’assegnazione del Premio Terzani a Anna Politkovskaja e fortemente voluto dalla Giuria è il confronto “L’informazione tra ossequio e paura” (in San Francesco, alle 15), per un momento di riflessione, seria e approfondita, sul tema dell’informazione e sul valore del giornalismo di inchiesta. Moderato da Demetrio Volcic, vedrà protagonisti il giornalista sloveno Drago Hedl, il caporedattore di Anna Politkovskaja alla Novaja Gazeta Vjacheslav Izmajlov, l’ucrainista Oxana Pachlovska, lo scrittore Roberto Saviano e un avvocato che combatte in Cecenia per i diritti civili, Lidija Jusupova, candidata lo scorso anno al Nobel per la pace.
Alle ore 17, sempre in San Francesco, gli attori Mario Maranzana e Roberto Andrioli proporranno, anche in questo caso in anteprima italiana, un brano de “La fine è il mio inizio” adattamento teatrale, di Mario Maranzana, delle riflessioni che Terzani ha affidato al figlio Folco e che, divenute libro, hanno avuto un clamoroso successo editoriale.
Nell’incontro “Terzani vs Terzani” (alle 18.30 in San Francesco), la moglie Angela e il ministro Giuliano Amato, amico e compagno di studi di Terzani al Collegio Sant’Anna di Pisa, ripercorreranno, con la moderazione di Marco Pacini, la vicenda umana di Terzani, attraverso i ricordi personali e le pagine scritte del più orientale tra gli scrittori occidentali.
Nella mattinata, al Teatro Palamostre, avrà luogo la premiazione del Concorso Scuole Tiziano Terzani. Condotta da Giuliana Musso, vedrà l’intervento di Andrea Pellizzari.
Ideato per promuovere nei giovani un atteggiamento di curiosità e attenzione nei confronti di culture e persone diverse, il concorso è rivolto agli istituti scolastici della regione Friuli Venezia Giulia ed è stato realizzato in collaborazione con la Biblioteca civica Joppi di Udine e l’Istituto tecnico commerciale A. Zanon di Udine.


Le Storie
Una novità di questa edizione. Un ingegnere afgano, Solaiman Shokur, cui la guerra non ha impedito di diventare un ricercatore di punta a livello internazionale; padre Armand Veilleux, un abate belga che combatte per scoprire la verità di un massacro; Ervin Hladnik-Milhar?i?, un giornalista sloveno che non si è piegato alla volontà del potere politico; Paul Tergat, un maratoneta keniota di fama mondiale che correndo ha sconfitto la fame; Paolo Dall’Oglio, un gesuita che in un monastero siriano opera per il dialogo tra islam e cattolicesimo; una donna cambogiana, Somaly Mam, che si è sottratta a un destino di sfruttamento e ha fondato un’associazione per salvare le donne dalla prostituzione. Sono solo alcuni dei protagonisti invitati a raccontare, nella cornice di Palazzo Caiselli, le loro esperienze di vita, spesso straordinarie, spesso di conflitto, ma comunque esplicative del coraggio di vivere fuori dalla “normalità”.



Incontri, lezioni e conferenze
Un ricco calendario di incontri, lezioni e conferenze troverà ospitalità nel secentesco Palazzo Caiselli e al Mercato del Pesce, l’edifico liberty sede, fino all’89, della pescheria cittadina, che riapre per la seconda volta i battenti per vicino/lontano. Due cicli di lezioni di taglio filosofico sulle culture “invisibili” e sul tema del confronto con l’ “alterità”, tenute, tra gli altri, da Giangiorgio Pasqualotto, Pier Aldo Rovatti e Giovanni Leghissa, una riflessione sul linguaggio della politica tra “verità” e “correttezza” con Mario Ruggenini, sui conflitti e l’indifferenza con Ugo Morelli, sull’etnopsichiatria con Piero Coppo sono solo alcuni degli appuntamenti in programma, che vogliono offrire al pubblico ulteriori occasioni di approfondimento.



Mostre
Vicino/lontano cercherà di decifrare identità e differenze al tempo dei conflitti non solo con le parole, ma anche attraverso gli scatti di grandi fotografi. Tra le proposte di questa edizione, l’anteprima italiana di una mostra di rilievo internazionale, Satelliti. Fotografie dagli estremi dell’ex Unione Sovietica, del fotografo Jonas Bendiksen, esponente della prestigiosa agenzia Magnum Photos (inaugurazione, presente l’autore, mercoledì 9 maggio alle 18, alla Casa della Contadinanza).
In programma anche Al Jidar. Is there anybody out there?, una documentazione fotografica di Giorgio Palmera sui territori palestinesi a ridosso del muro (inaugurazione mercoledì alle 19, alla Casa della Confraternita) e la mostra inedita Cartoline italiane dal Giappone, presentata a Udine da Donata Pizzi (Antiquità, in piazza Matteotti).
Ancora in programma Prima del miracolo. In Cina negli anni Ottanta, di Walter Menegaldo (Pro(g)getti, in via Manin) e, nel Palazzo del Consiglio regionale di Trieste, Tracce no global tra Oriente e Nuovo Mondo di Luigi Vitale. La fotografa e antropologa Monika Bulaj sarà invece protagonista di una proiezione – una selezione dei suoi scatti in tema di sacro – alla libreria Odòs (domenica 15 maggio alle 18).



E ancora in programma…
Ci saranno numerosi incontri in libreria con alcuni dei protagonisti della manifestazione e anche molte iniziative ospitate, che testimoniano l’interesse e l’adesione della città alla proposta culturale di vicino/lontano.
Nella sezione “spettacoli” verranno proposti: H2Oro. L’acqua un diritto dell’umanità, della compagnia teatrale Itineraria (giovedì sera al Teatro San Giorgio), e Linea imperfetta, uno spettacolo itinerante (in autobus), diretto da Roberto Cocconi con la compagnia di danza contemporanea Arearea, che per due sere consecutive (giovedì e venerdì) traccerà un percorso “nell’invisibile nella città”, partendo dalla stazione ferroviaria. Chiuderà la manifestazione, nella chiesa di San Francesco, Altrove, performance multimediale di Rita Maffei con Emanuele Crucci Viterbi e Toni Capuozzo prodotta da vicino/lontano con il Css Teatro stabile d’innovazione del FVG.
Ma l'edizione vicino/lontano 2007 troverà una vera e propria conclusione solo nella grande Festa finale, che si svolgerà in Largo Ospedale vecchio a partire dalle 22.15 di domenica 13, così come la Festa universitaria anticiperà l'inaugurazione ufficiale della manifestazione, mercoledì 9 maggio, alle 21, sul colle del Castello.

Finanziatori e sponsor
La manifestazione è resa possibile grazie al patrocinio e al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Presidenza del Consiglio regionale FVG, dell’Assessorato alle Attività produttive della Regione FVG, del Comune di Udine, della Commissione per le pari opportunità del Comune di Udine, della Provincia di Udine, dell’Università degli Studi di Udine e dell’Erdisu.
Hanno garantito il loro sostegno anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, la Camera di Commercio di Udine, l’Associazione degli Industriali della provincia di Udine, Uaf-Confartigianato di Udine, Ascom-Confcommercio di Udine e il Consorzio Friuli Turismo.
Anche molte imprese private, come per le passate edizioni, hanno sostenuto il progetto vicino/lontano, manifestando una particolare sensibilità nei confronti della cultura: Unicredit Banca (main sponsor), Agemont, Amga, Calzavara, Città Fiera, Coop Consumatori Nordest, Eurotech, Fadalti, Interna, Super//fluo, Zaireipour. Hanno dato il loro sostegno anche Enaip, Illy, Le Vigne di Zamò, Lima-Lto, Moroso, Onda Communication.
L’iniziativa di vicino/lontano ha inoltre ricevuto il supporto tecnico di: Associazione Maratonina Udinese, Centostazioni, Echos-expert, Ermanmio, Eurocar Italia, Fantoni, Gaffa, Gervasoni, Grafiche Filacorda, Gruppo Comet-Vignuda, Gruppo_Sintesi, Saf, Salani Editore, Trenitalia, Visual Display, Valentina Informatica, Wego.


La partecipazione a tutti gli eventi, come nelle passate edizioni, è libera.
A partire dal 4 maggio, sarà possibile sottoscrivere la tessera 2007 di vicino/lontano presso gli infopoint della manifestazione. In caso di coda, verrà data precedenza agli iscritti.
Per la serata del Premio Terzani è necessaria la prenotazione presso la biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine.





Il programma della manifestazione in www.vicinolontano.it