"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


11/05/2010 Premio Terzani 2010 ad Umberto Ambrosoil. Udine 8 maggio.

“Qualunque cosa succeda” di Umberto Ambrosoli vince il Premio Terzani 2010

La giuria assegna il riconoscimento al figlio dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso nel 1979

La cerimonia di consegna sabato 8 maggio a Udine nel corso della sesta edizione di “Vicino/lontano”.



Comunicato stampa del 9 marzo 2010


UDINE – L’avvocato Umberto Ambrosoli è il vincitore del Premio Terzani 2010.

Lo ha annunciato la giuria del premio - presieduta da Angela Terzani e composta da Giulio Anselmi, Toni Capuozzo, Andrea Filippi, Milena Gabanelli, Ettore Mo, Valerio Pellizzari, Peter Popham e Paolo Rumiz – che ha assegnato il riconoscimento all’autore di Qualunque cosa succeda, edito da Sironi (2009).

“Oltre trenta anni fa – si legge nella motivazione – nella vicenda Sindona c’è stato un protagonista-antagonista solitario e coraggioso, l’avvocato Giorgio Ambrosoli, che ha pagato le sue scelte con una morte violenta. Quella storia personale è ricostruita con tenerezza e insieme fredda investigazione dal figlio Umberto in Qualunque cosa succeda”.

«E’ mia convinzione – ha dichiarato Angela Terzani rendendo nota la motivazione della giuria – che oggi in Italia abbiamo bisogno di ispirarci a esempi di vita civile, come quella di Giorgio Ambrosoli, che da sudditi quali siamo diventati ci ritrasformino in cittadini».

Secondo la giuria del premio “l’opera letteraria di Umberto Ambrosoli è riuscita a raccontare, attraverso la quotidianità del lavoro del padre, la dedizione solitaria e a volte anonima di uomini che si spendono con generosità. Attraverso il racconto di una delle storie più buie d’Italia, si fa strada il grande valore di quest'opera, ovvero la sensazione che non sia impossibile affrontare le fatiche o gli orrori”.

“Pagina dopo pagina – conclude la motivazione - Qualunque cosa succeda incita a non essere vili, e a non barattare la dignità con la permanenza su una poltrona. Ti accende il desiderio di voler assomigliare a quell’avvocato rigoroso. Ti accende anche la speranza di riuscirci. Non per diventare eroi, ma per essere persone normali”.

Carlo Azeglio Ciampi, che firma la prefazione al libro, nel ’79 era un membro del Direttorio della Banca d’Italia, che aveva designato Ambrosoli quale commissario liquidatore della Banca privata italiana. Da Presidente della Repubblica assegnò, nel 2001, la medaglia al valore civile alla memoria di Giorgio Ambrosoli con questa motivazione: “Commissario liquidatore di un istituto di credito, benché fosse oggetto di pressioni e minacce, assolveva all’incarico affidatogli con inflessibile rigore e costante impegno. Si espose, perciò, a sempre più gravi intimidazioni, tanto da essere barbaramente assassinato prima di poter concludere il suo mandato. Splendido esempio di altissimo senso del dovere e assoluta integrità morale, spinti all’estremo sacrificio”. E nella prefazione a “Qualunque cosa succeda” scrive: “Al di sopra di tutto, c’è, a mio parere, la volontà di Umberto Ambrosoli di testimoniare – con la memoria di una vicenda personale, di una ferita insanabile – l’impegno “militante” per l’affermazione dei valori dell’onestà, dell’assunzione di responsabilità, dell’adempimento del dovere; della necessità di non tradire mai la propria coscienza: «non omnis moriar».

Il Premio Terzani sarà consegnato ad Ambrosoli a Udine, sabato 8 maggio, da Angela Terzani nel corso dell’edizione 2010 di “Vicino/lontano. Identità e differenze al tempo dei conflitti”, che si svolgerà dal 6 al 9 maggio. La cerimonia di premiazione, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, prevede la partecipazione di illustri ospiti del mondo della cultura, dell’informazione e dello spettacolo. Quest’anno i biglietti della serata saranno disponibili presso l’infopoint della manifestazione, che verrà aperto davanti alla chiesa di San Francesco, sede principale degli appuntamenti di vicino/lontano. Verranno distribuiti gratuitamente, a partire da venerdì 7 maggio. Gli “Amici di vicino/lontano” in possesso della tessera per il 2010 potranno ritirarli già a partire da giovedì 6 maggio.

Umberto Ambrosoli incontrerà il pubblico di vicino/lontano anche nel pomeriggio di sabato 8 maggio, nella chiesa di San Francesco, in un confronto con il magistrato Gherardo Colombo.
In mattinata, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, nel corso della premiazione del Concorso scuole Tiziano Terzani, Ambrosoli e Colombo incontreranno i ragazzi delle scuole superiori. All’appuntamento sono invitate tutte le scuole superiori della regione. L’associazione vicino/lontano invierà nei prossimi giorni agli istituti il modulo di prenotazione. La partecipazione è estesa anche alle scuole che non hanno aderito al Concorso (per informazioni 0432-201408).
*********************************************
vicino/lontano associazione culturale
via Crispi 47 | 33100 Udine (UD)
tel. 0432 287171 | fax 0432 201408
www.vicinolontano.it