"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


31/07/2013 Topolò programma di SABATO 20 luglio

topolò, sabato 20 luglio


Dal pomeriggio, in diversi luoghi di Topolò, i micro-concerti de Les
Tambours de Topolò, che festeggiano il ventennale della Stazione,
suonando letteralmente i luoghi del paese a loro più cari. I Tambours
nacquero nel 2000 alla Stazione di Topolò come effetto di un workshop
di percussioni; divenuti gruppo stabile hanno suonato in Italia e
all'estero fino a svolgere il ruolo di  gruppo di spalla ai Tambours
du Bronx, primi ispiratori del loro progetto musicale. Il tour
all'interno del paese si conclude in Piazza, al tramonto, con un
concerto eseguito dall'intero ensemble. Tutti i brani rappresentano
una novità assoluta e sono stati scritti durante la loro residenza in
paese in questi giorni.
Verso le sei della sera, Music for Topolò, concerto di Espen Sommer
Eide eseguito con gli originali strumenti autocostruiti dal musicista
norvegese. Espen è noto al pubblico delle nuove musiche come
Phonophani e come membro del duo Alog, oltre che per le sue sonorità
estremamente raffinate.
Con il buio, viene sanata la grande curiosità che ruota intorno
all'ultimo film del maestro dell'horror Lorenzo Bianchini. Il film è
stato visto solo al recente Festival di Taormina dove ha suscitato
critiche entusiastiche. "Oltre il guado", un thriller-horror popolato
di oscure presenze, è stato girato nei mesi invernali a Topolò e
Monteprato di Taipana. Tre sono gli attori principali e tra loro i
locali Renzo Gariup e Lidia Zabrieszach.
In paese, in loop, una vera chicca: l'installazione sonora in
quadrifonia Silent Field della norvegese Jana Winderen, realizzata
grazie a registrazioni subacquee effettuate tra i ghiacci dell'Artico.
L'installazione, dopo Topolò, sarà ospitata dal MoMA di New York nel
mese di agosto.
p.s. 1 , si trova parcheggio comodamente in alto, oltre la chiesa,
lungo l'interpoderale. Non perdete tempo a cercarlo nel parcheggio
all'ingresso del paese. Chi vuole può anche lasciare la macchina a
clodig o lungo la strada che sale al paese, dove ci sono degli
spiazzi. Le notti sono molto luminose in questi giorni e il ritorno
non crea problemi