"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


31/07/2013 Topolò programma di VENERDI' 18

stazione di topolò / postaja topolove
venerdì 19, topolò

La giornata si apre verso le sei della sera con A quiet position, il
progetto realizzato dagli inglesi Jez riley French e Phoebe riley Law:
"un archivio di field recordings ("e;registrazioni sul campo"e;)
effettuati nell'area del paese che fungano da lente per riflettere la
quiete della natura e la collocazione del villaggio nel paesaggio
sonoro". Queste registrazioni verranno effettuate nei dintorni del
paese, "e;guardando al paese"e;,  usando strumenti convenzionali e
specialistici come ad esempio dei geofoni (per registrare il suono
della terra in movimento), ricevitori VLF (per ascoltare l'attività
atmosferica del cielo sopra il paese), rilevatori ultrasonici (per
ascoltare suoni al di là della nostra gamma uditiva) . A ciò si
aggiunge un archivio di immagini fotografiche (Phoebe riley Law) dei
processi di ascolto e registrazione.
A seguire, gli esiti di From East North Side, della cinese Xin Cheng:
una passeggiata all'interno della Topolò più antica per verificare i
modi di vivere, la relazione con la terra, gli artefatti che sfruttano
risorse e materiali naturali, le loro tecniche di costruzione
tradizionali.
Con il buio, al cinema, Athos. Appunti dalla Montagna Santa, live
painting di Cosimo Miorelli. La performance funge da presentazione al
libro (Editori del Grifo) omonimo e si presenta come un viaggio negli
spettacolari paesaggi dell'unica repubblica monastica esistente al
mondo, quella millenaria del Monte Athos, affacciata sul mar Egeo. Il
live è arricchito dalle musiche registrate durante un viaggio sulla
"Montagna Santa", rielaborate elettronicamente da Massimo Croce.
Sempre questa sera viene presentato il cd-book Athos (ed. ozky
e-sound). Nella notte, il film del regista sloveno Vlado Skafar La
ragazza e l'albero, un omaggio a due grandi attrici del teatro
sloveno, Ivanka Mezan e Stefka Drolc, che si raccontano e dialogano
liberamente, senza copione, all'ombra di un grande albero.
Dal pomeriggio, prove aperte per la Topolovska Minimalna Orkestra e le
audioinstallazioni Silent Field (suoni subacquei registrati nelle
regioni artiche) della norvegese Jana Winderen (installazione che il
prossimo mese sarà ospitata dal MoMA di New York) e ToBeContinued,
registrazione della web-maratona sonora del 24 aprile, curata da
Stazione di Topolò: 48 live performance in 24 ore da 41 Paesi diversi
in occasione della Giornata Mondiale per la Lotta alla Tubercolosi.


p.s. per chi volesse contattarci: il paese è isolato telefonicamente,
tranne improvvise e brevissime aperture, da venerdì. Nessuna compagnia
ha campo ...Se non
rispondiamo non è per cattiva volontà.
Per le email, le leggiamo una volta al giorno, scendendo
a clodig. ce ne scusiamo (forse si dovrebbero scusare le compagnie
telefoniche...)

Per tutta la settimana è in funzione il chiosco nelle ore serali.
portarsi una felpa/maglioncino per la sera.....

menù settimanale di Postaja Topolove:

-gnocchi alla ricotta affumicata o al ragù
-farro freddo con pomodorini, rucola e tonno
-frico con polenta
-salame/formaggio con polenta
-fagioli con cipolla in insalata
-cappucci in insalata
-piarsulade
-spiedini di frutta

istruzioni: chi sale a topolò può agevolmente parcheggiare nella parte
alta del paese, dietro la chiesa e il cimitero, lungo l'interpoderale.
Non spaventatevi per il parcheggio pieno in basso.