"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


21/06/2014 Tranquillo Marangoni, xilografie in mostra a Pordenone fino al 12 luglio

 COMUNE DI PORDENONE
BIBLIOTECA CIVICA
Mostra
 
Tranquillo Marangoni
La realtà in figura di emblema
 
inaugurazione sabato 7 giugno ore 18.00
 
presentazione di Giancarlo Pauletto
 
Sala esposizioni Biblioteca Civica
durata della mostra dal 7 giugno al 12 luglio
orario: lunedì 14-19; dal martedì a sabato 9-19

 
 
Tranquillo Marangoni è considerato  tra i più grandi xilografi europei del Novecento. Un autore di rilievo internazionale che nel pordenonese è stato visto ancora troppo poco e che quindi la Biblioteca ha ritenuto importante proporre.
 
La mostra segue il filone delle esposizioni proposte dalla Civica che riguardano il rapporto arte/scrittura e varie sono le sue sezioni.
 
Si possono ammirare i libri e le riviste illustrate da Tranquillo Marangoni con accanto le xilografie originali. A questo proposito si possono ricordare le illustrazioni per "e;I lavoratori del mare"e; di Victor Hugo, "e;La città di Monfacone"e; di Enrico Marcon, le copertine di diverse annate della rivista "e;Pagine friulane"e; e altri volumi.
 
Ci sono poi le silografie dal 1942, data di inizio dell'attività, alla fine degli anni Cinquanta, periodo in cui Tranquillo Marangoni opera in Friuli, prima del suo trasferimento in Liguria, e la xilografia "La  mamma ammalata",   in ricordo della  moglie  dell'Artista che è venuta a mancare all'Ospedale  civile  di Pordenone. In quell'occasione, Tranquillo Marangoni fa realizzare, su suo disegno, una tovaglia ricamata per l'altare della Cappella dell' Ospedale. E ancora, la cartella "Il Friuli" con le xilografie di varie località friulane, tra cui il Palazzo municipale di Pordenone, le immagini di Maniago, Sacile,  il Duomo di Gemona, il Tempietto longobardo di Cividale e altre località.
 
Una raccolta di  ex libris, spesso dedicati a personalità di spicco del mondo friulano, come ad esempio l'amico Virgilio Tramontin. Molti sono stati i rapporti di T.M. con gli altri incisori friulani di quel periodo: a cominciare da Virgilio Tramontin, Aldo Merlo, Bruno Santini, Fred Pittino, Giorgio Gomirato, Mario Micossi. Alcuni degli ex libris in mostra sono stati a loro dedicati. La collezione degli ex libris è stata prestata dal collezionista Severino Danelon di S. Vito al Tagl.to.
 
La raccolta completa dei biglietti augurali dal 1948 al 1981 con note dell'artista, che accompagnano l'augurio di buon anno. La collezione dei biglietti augurali è stata prestata dal collezionista Paolo Mazzolo di S. Vito al Tagl.to.
 
Venti francobolli con  alcuni disegni preparatori, realizzati per le Poste italiane (esposti per la prima volta). Francobolli realizzati per
il X° annuale della Costituzione (1958), per il Leoncavallo, ritenuto dalla Rivista annuale dei collezionisti  di francobolli di Londra il miglior francobollo uscito nel mondo nel 1958 , per la XVII Olimpiade (1960), per il Centenario dell'Unità d'Italia (1961) e il Cinquantenario della Vittoria 1918-1968.
La collezione dei francobolli  è stata prestata dal collezionista Antonio Dazzan, anche lui di S. Vito al Tagl.to.
 
E ancora, alcuni studi per pannelli e foto dei lavori per arredi  ed allestimenti navali.
 
Le opere presenti sono state prestate principalmente dal figlio Aldo.
 
La mostra è stata allestita dall'arch. Gianni Pignat ,  verrà presentata sabato 7 giugno alle ore 18.00 dal critico d'arte prof. Giancarlo Pauletto e sarà visitabile dal 7 giugno al 12 luglio con il seguente orario: lunedì 14-19; dal martedì a sabato 9-19.