"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust

 
5264    letteratura    

FLAUBERT, Gustave. Tre racconti. Tradotti da Camillo Sbarbaro. Milano, Libri Scheiwiller, 'Prosa n.15', 1987.

Cm. 17; brossura; pagine 170, (6). Dalla prefazione di Sbarbaro: “Concepiti forse per una semplice détente, negli intervalli della faticosa composizione di Bouvard et Pécuchet, i Trois Contes appaiono a noi come un limpido sguardo retrospettivo che riesce ad isolare la quintessenza di tutta una voluminosa produzione letteraria. Destino magnifico d'un libro. Impegnato nella compilazione della sua gigantesca invettiva contro la stupidità umana, Flaubert riesce tuttavia, e quasi suo malgrado, a creare proprio allora questa operetta, che si offrirà ormai alle nuove generazioni letterarie come la più pura eredità, l'affermazione testamentaria di un autentico credo artistico.” (p. 13) Edizione in millecinquecento copie numerate. La prima edizione italiana dei Tre racconti di Flaubert a cura di Sbarbaro uscì da Bompiani nel 1945.
25,00 €