"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


28/08/2007 Viaggio nel passato. Teatro Miela di Trieste

Lunedì 16 luglio, ore 19.00
Felix hora - happy hour della musica e della poesia
In Piazza Cavana


Felix Hora ritorna lunedì 16 luglio, ore 19.00, in Piazza Cavana, nel centro storico della nostra città: Lara Komar leggerà per noi alcuni passi dalle tragedie di Eschilo e Seneca e sarà accompagnata musicalmente dalla fisarmonica di Stefano Bembi e dalla chitarra di Andrea Zullian.
Tra le ulime compere e i primi aperitivi della serata, al termine di una calda giornata lavorativa, per il pubblico interessato e anche per quello che si troverà a passare casualmente, sarà piacevole gustare insieme musica e alcune delle più belle pagine della cultura classica.

Il prossimo appuntamento con Felix Hora avrà luogo nel suggestivo paesino di Sgonico/ Zgonik giovedì 19 luglio, alle ore 21.00

Felix Hora è una rassegna curata da Bonawentura /Teatro Miela di Trieste, Artisti Associati di Gorizia, Conservatorio statale di musica G. Tartini di Trieste, con il coordinamento di Luca Quaia e la collaborazione di Caterina della Zonca, nell'ambito della manifestazione Teatri a Teatro di Trieste e provincia, promossa e sostenuta dalla Provincia di Trieste.

Mercoledì 18 luglio, ore 21.30
Grande Mondo Antico
ai Giardini Europa di Muggia - ingresso libero
un'incursione nel modo di rappresentare l'antichità al cinema. Si comincia con un grande regista, Lars von Trier, e una mitica figura femminile, Medea

MEDEA
Regia di Lars von Trier
Sceneggiatura di C. T. Dreyer, L. von Trier / Soggetto tratto da Euripide
Musica di Joachim Holbek
Con Udo Kier, Kirsten Olesen, Henning Jensen, Solbjørg Højfeldt, Preben Lerdorff Rye, Baard Owe.
Danimarca, 1988, 75min

Come Pasolini nel 1969, von Trier attinge alla tragedia di Euripide (431 a.C.) per raccontare la storia di Medea, partendo da un treatment di 46 cartelle del compatriota C.T. Dreyer, fedele al tema della donna abbandonata, vittima dell'ambizione e della viltà dell'uomo. L'azione è ambientata in un imprecisato Medio Evo scandinavo dalle tinte sfumate che s'accendono e si spengono nel passaggio dal giorno alla notte. Il tema è molto attuale: come può una madre arrivare a tal punto di disperazione da uccidere i propri figli? Medea lo fa non tanto per vendetta né per esplicita ribellione al giogo maschile, ma per salvarli da un futuro incerto, probabilmente infelice. Nell'intento di rendere attuale il dramma, togliendolo dal suo contesto storico, von Trier elimina il ricorso agli dei o alla nozione di destino, trasferendo l'azione su un piano psicologico: è Giasone che indirettamente obbliga la ripudiata Medea a uccidere i bambini.

a seguire il programma completo di Grande Mondo Antico:

mercoledì 18 luglio, ore 21.30
MEDEA di Lars von Trier, Danimarca, 1988, 75'

mercoledì 25 luglio, ore 21.30
IL GLADIATORE di Ridley Scott, Usa/GB, 2000, 155'

martedì 31 luglio, ore 21.15
FELLINI SATYRICON di Federico Fellini, Italia/Francia, 1969, 128'
vietato ai minori di 14 anni

mercoledì 1 agosto, ore 21.15
SCIPIONE L'AFRICANO di Carmine Gallone, Italia, 1937,120'

martedì 7 agosto, ore 21.15
BEN HUR di Fred Niblo, USA, 1926, 130', muto / didascalie in lingua inglese
Accompagnamento musicale live del Riccardo Morpurgo Trio (Luca Colussi, batteria- Simone Serafini, contrabbasso - Riccardo Morpurgo, pianoforte)

mercoledì 8 agosto, ore 21.15
GLI ULTIMI GIORNI DI POMPEI di Mario Caserini e Eleuterio Rodolfi, Italia, 1913, 80', muto
Accompagnamento musicale live del Riccardo Morpurgo Trio (Luca Colussi, batteria- Simone Serafini, contrabbasso - Riccardo Morpurgo, pianoforte)

In caso di maltempo le proiezioni saranno riprese alla fine della rassegna
A cura di Bonawentura /Teatro Miela di Trieste, nell'ambito della manifestazione Teatri a Teatro di Trieste e provincia, promossa e sostenuta dalla Provincia di Trieste.
------------------