"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


17/02/2011 Atlas. Atlante dei luoghi particolari. Topolò, presentazione volume, 5 dicembre

presentazione del volume

Atlas. Atlante dei luoghi particolari presentato a Topolò, domenica 5 dicembre
verso le ore 13.00 presso casa Juljova con breve concerto del trio di fiati Della Marina-Rinaldi-Virgili.


Atlas. L'atlante dei luoghi particolari. Questo è il titolo del volume che viene presentato a Topolò, presso casa Juljova, domenica 5 dicembre alle ore 13.00. Si tratta di un libro contenente le suggestioni riportate da 18 scrittori (6 italiani, 6 austriaci, 6 sloveni) in 72 luoghi disseminati sui confini tra Carinzia, Friuli VG e Slovenia; luoghi non famosi, fuori dalle mappe turistiche, talvolta di difficile accesso, nascosti, privi di celebri monumenti ma che, secondo i curatori, hanno un sapore particolare, una bellezza celata che l'escursionista non disattento sa certamente cogliere. L’Atlante dei luoghi particolari è stato creato, con testi e fotografie, da giramondo che sanno come le piccole cose siano anche grandi, scrive Drago Jancar nella sua intensa prefazione.

Questa prima edizione vede trilingue solo il testo introduttivo di Jancar; per gli altri scrittori la scelta è stata quella di conservare le lingue originali, italiano, sloveno e tedesco, senza traduzione, in una operazione dal sapore quasi concettuale. Una traduzione italiana dell'intero volume è però già in programmazione.
Cimiteri, borghi disabitati e abitati, alberi, campi di calcio, radure, orti, fontane e quant'altro. Un libro originalissimo che conclude il progetto Colpi/Klopfzeichen/Potrkavanje ideato da Unikum-Centro culturale dell'università di Klagenfurt con la collaborazione di Stazione di Topolò e del KUD Opoka di Medana. La giornata di domenica 5, alla quale tutti possono partecipare, inizia alle 13.00 con un concerto per fiati (Antonio Della Marina, Leo Virgili, Nico Rinaldi) per proseguire con la presentazione del volume alla presenza di molti degli autori (per l'Italia: Antonella Bukovaz, Patrizio Esposito, Michele Obit, Gian Luca Favetto, Gianfilippo Pedote, Antonietta Spizzo. Gli sloveni: Taja Kramberger, Gaja Kos, Andrej Rozman Roza, Marko Stabej, Peter Svetina, Vida Zei e gli austriaci Maja Haderlap, Lydia Mischkulnig, Field72, Dietmar Pickl, Klaus Ratschiller, Hannah Maria Scherer)

Il volume, realizzato graficamente da Donatella Ruttar, contiene immagini fotografiche realizzate da 6 fotografi artisti dei tre Paesi (Luca Laureati, Paolo Comuzzi, Hanno Harndt, Katarina Sadowski, Arnold Poschl, Johannes Puch). Il progetto è curato da Gerhard Pilgram e Emil Kristof direttori di Unikum e da Moreno Miorelli e Donatella Ruttar, direttori artistici di Stazione di Topolò.

info: 334 9752517; www.unikum.ac.at