"Quando si lavora per piacere agli altri si può non raggiungere lo scopo ma le cose che si compiono per far piacere a noi stessi hanno sempre la probabilità di interessare qualcuno."
Marcel Proust


06/08/2016 stazione di topolò - postaja topolove sabato 16 luglio

La prima cosa da sapere per questo sabato: i 3 chilometri della strada che da Clodig sale a Topolò saranno chiusi al traffico delle automobili, a partire dalle ore 17. Dopo le 17 si sale dunque a piedi o utilizzando un bus navetta, gratuito, messo a disposizione dall'associazione Vallimpiadi.
La misura si è resa necessaria visto l'appuntamento della serata, quando la piazza grande di Topolò ospiterà Pif, regista e conduttore televisivo, e il giornalista dell'Espresso Lirio Abbate nel loro irridente dialogo sulla mafia, Furto di cuore e abuso di sorriso, nel quale viene presentata la faccia meno nobile, la sola, dei capimafia: quella del loro quotidiano vivere, attraverso intercettazioni telefoniche e interrogatori. L'appuntamento è previsto con il buio, verso le 22.
 
In precedenza, verso le sei della sera, a casa Julijova l'incontro con il collettivo di architetti olandesi Wild, che hanno completato un intervento di riqualificazione presso il vecchio mulino di Topolò, zona paradisiaca, una piccola Plitvice, proprio sotto il paese. Sarà presente, oltre ai 3 giovani architetti, anche l'Ambasciatore d'Olanda, Jan van der Ploeg.

A seguire, a cura dell'Ambasciata di Norvegia di Topolò, il concerto di un musicista ben noto agli amanti delle nuove musiche, Phonophani, artista che riesce sempre a creare atmosfere di originale intensità grazie a particolari strumenti da lui ideati. (https://soundcloud.com/phonophani)
Come già scritto, con il buio, lo spettacolo di Pif e Lirio Abbate.
 
In paese sono sempre fruibili sei installazioni:
Topolò, del belga Sander Moyson,
Memorie ricucite, della slovena Anja Medved
Driving… dei neozelandesi Drayton e Ngakuru
Per brevi tratti, dell'udinese Giovanna Durì,
Limenlumen, del goriziano Alessandro Ruzzier
ToBe Continued, dell'Officina Globale della Salute di Topolò